Conte sulle prossime elezioni a Roma: «Virginia Raggi è un ottimo candidato». Il M5s Lazio: «L’ipotesi Zingaretti sfiora il paradosso»

L’ex premier e leader in pectore dei pentastellati ha detto che tutto il Movimento appoggia la sindaca uscente «in maniera compatta e convinta». E ha auspicato il proseguimento della collaborazione con il Pd nella Regione Lazio

Giuseppe Conte ha indicato in Virginia Raggi un «ottimo candidato» del M5s per le prossime elezioni amministrative a Roma, in programma tra il 15 settembre e il 15 ottobre 2021. Conte, intervenendo con una lettera inviata al quotidiano La Stampa, ha detto che il M5s appoggia Raggi «in maniera compatta e convinta, a tutti i livelli» e che la sindaca «sta dando un nuovo volto alla città». L’ex premier e leader in pectore dei pentastellati ha quindi aggiunto di non sapere «chi verrà indicato dal Pd come candidato ufficiale, rispetteremo le loro scelte». L’augurio, però, è che «la loro decisione non metta in discussione il lavoro comune che da qualche mese è stato proficuamente avviato a livello di governo regionale, che merita di essere portato a termine fino alla fine della legislatura».


Dunque Conte, nel giorno in cui continuano a diffondersi voci non confermate circa una possibile discesa in campo dell’ex segretario dem Nicola Zingaretti per la corsa al Campidoglio, chiarisce quale sarà la linea del M5s: in prima battuta un appoggio a Raggi, poi al secondo turno un dialogo privilegiato con il Pd, qualora uno dei due rispettivi candidati dovesse arrivare al ballottaggio. Sulla possibile candidatura di Zingaretti, del resto, è già arrivata una dura presa di posizione da parte delle due assessore regionali pentastellate, Roberta Lombardi e Valentina Corrado, che hanno parlato di «forte imbarazzo per la neonata alleanza regionale» qualora questo scenario dovesse effettivamente verificarsi: «La situazione che si verrebbe a creare (uniti in Regione e avversari a Roma con Zingaretti come candidato e presidente) sfiorerebbe il paradosso», hanno detto le due esponenti del M5s, augurandosi che le scelte del Pd su Roma «non contemplino soluzioni che avrebbero, inevitabilmente, ripercussioni sulla tenuta dell’attuale maggioranza regionale».


Leggi anche: