Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Green pass e Piano scuola, nulla di fatto: il governo rinvia alla prossima settimana il decreto

Fonti vicine all’esecutivo hanno confermato la priorità di Draghi al nodo sulla riforma della giustizia

La prossima settimana il governo affronterà il dossier sul Green pass e il Piano scuola per il ritorno in aula. Nulla di fatto, dunque, sull’approvazione del decreto, scavalcato nelle priorità dell’esecutivo di Mario Draghi dal nodo sulla riforma della giustizia, per il quale però non è previsto un passaggio nel Consiglio dei ministri in programma domani. Al vertice non sarà discusso quindi il Green pass e si pensa a una cabina di regia ad hoc sulla questione. La riunione potrebbe esserci a inizio della prossima settimana, prima che lo stesso Cdm vari nuovi provvedimenti in materia sanitaria.


Incertezza sull’applicazione

Nonostante i rallentamenti, il dibattito sul Green pass e le misure da intraprendere nella vita reale non si fermano, soprattutto sul tema del trasporto pubblico, uno tra i più complessi da gestire. Secondo il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri «al momento non è necessario estendere l’uso del Green pass al trasporto locale» perché «l’ipotesi verrà vagliata a seconda dell’andamento della campagna vaccinale e dell’epidemia: se raggiungiamo quel 70-80% di copertura che ci attendiamo i rischi saranno minimi. Se però le vaccinazioni si fermano», spiega il sottosegretario a intervenendo a SkyTg24, «o arriva una nuova variante, è chiaro che le cose cambiano e a quel punto bisognerà pensare alla certificazione anche per il trasporto locale».


Il dibattito politico

In giornata sono arrivate le rassicurazioni del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, che ha confermato la riapertura degli istituti a settembre. L’andamento delle vaccinazioni al personale scolastico, tuttavia, rimane basso: stando ai dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità il ritmo giornaliero delle inoculazioni dei vaccini è di 50 persone al giorno. Di questo passo, stando al dossier dell’Iss, la campagna vaccinale per professori e personale si concluderebbe nel 2033. La questione rimane soprattutto politica. Dopo le dichiarazioni di Matteo Salvini a ridosso dell’incontro col primo ministro, che si è detto contrario all’obbligo di vaccinazione per i minori in vista dell’inizio dell’anno scolastico, arrivano commenti anche dall’Unione dei Comuni Montani. «Sul Green pass i Comuni stanno chiedendo tramite dei chiarimenti», ha dichiarato il presidente nazionale dell’Uncem Marco Bussone. «È urgente capire come dovrà essere utilizzato e quali saranno le forme di controllo da mettere in atto. Ho chiesto oggi al Ministro Lamorgese di definire al più presto, con la Conferenza delle Regioni e Anci, una serie di regole che agevolino gli Enti locali. Molti stanno organizzando manifestazioni per le quali hanno bisogno di chiarezza».

Leggi anche: