Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

In Germania restrizioni più dure per i non vaccinati. Merkel: «Situazione drammatica, è tempo di agire»

La cancelliera annuncia la stretta in conferenza stampa. Obbligo di vaccino per il personale sanitario

«La situazione è drammatica». Con queste parole la cancelliera tedesca Angela Merkel in conferenza stampa a Berlino ha annunciato che in Germania verranno imposte restrizioni per i cittadini non vaccinati per contrastare l’impennata di contagi. «È assolutamente tempo di agire», ha aggiunto la cancelliera, spiegando che la dinamica attuale di crescita dei contagi da Coronavirus segna una «situazione molto difficile». «La Germania introdurrà restrizioni più severe per i non vaccinati», ha poi annunciato Merkel. La conferenza Stato-Regioni in Germania ha stabilito delle soglie oltre le quali si ricorre a misure più dure. Stabilito inoltre l’obbligo di vaccino per il personale sanitario e in particolare per determinati gruppi a contatto con persone vulnerabili.


«Sappiamo che staremmo meglio se il buco dei vaccini non fosse così grande. Non avremmo dovuto ricorrere alle misure attuali se più persone si fossero vaccinate», ha continuato la cancelliera. «L’unico criterio della riunione di oggi è stato quello di arrivare alle decisioni migliori nella drammatica situazione dell’infezione in cui ci troviamo e frenare la crescita esponenziale. Non possiamo permetterci il raddoppio dei posti letto occupati nelle terapie intensive», ha spiegato riferendosi a quello che accadrebbe nei prossimi giorni senza un intervento. L’ultimo bollettino parla di un picco di 65.371 nuovi casi positivi e 264 decessi. Ieri i contagi erano stati 52.826. L’indice settimanale è di 336,9 positivi su 100 mila abitanti. L’indice di ospedalizzazione è salito a 5,15 pazienti su 100 mila abitanti (ieri era 4,86).


Continua a leggere su Open

Leggi anche: