Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il cowboy Achille Lauro per San Marino infiamma l’Eurovision tra fiamme e trasparenze: sul palco cavalca anche un toro – Il video

Il cantante italiano in gara per San Marino conferma le aspettative sull’esibizione di grande impatto e come al solito provocatoria

Glitter, boa di piume e eyeliner pronunciato: si presenta così Achille Lauro sul palco del PalaOlimpico di Torino, dopo l’esibizione di Emma Muscat. Il cantante ha rappresentato San Marino nella seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest, con il singolo Stripper, cantato al fianco del suo producer Boss Doms. Colpo di scena con il bacio omoerotico con il suo chitarrista, a cui ha fatto seguito l’eruzione di fiammate di fuoco intorno al palco. Lauro, nonostante i tacchi, è salito su un toro meccanico e ha proseguito a cantare mentre lo cavalcava. L’esibizione si è conclusa con un boato d’apprezzamento da parte del pubblico. «Ha letteralmente incendiato il palco», ha commentato Gabriele Corsi, protagonista dell’Anteprima Eurovision Song Contest insieme a Cristiano Malgioglio.


Achille Lauro è approdato sul palco dell’Eurovision grazie alla vittoria ottenuta in Una voce per San Marino, un festival inizialmente partito in sordina ma riuscito infine a ottenere un notevole successo (al punto che su Twitter il numero dei post con l’hashtag #UnaVocePerSanMarino aveva superato quello dei residenti di San Marino). Era l’unico ex sanremese a partecipare, e nella conferenza stampa dopo la vittoria aveva rivendicato la sua scelta: «Io e i miei collaboratori abbiamo lavorato molto per questo. Ora vogliamo portare all’Eurovision tutta l’esperienza che abbiamo maturato in questi anni».


Leggi anche: