Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La tv russa: «Biden vuole per sé tutto il grano dell’Ucraina in cambio delle armi» – Il video

Secondo i giornalisti gli aiuti da 40 miliardi servono a prendersi il grano dell’Ucraina

Il Russian Media Monitor della giornalista del Daily Beast Julie Davis mostra su Twitter un altro curioso caso di propaganda in mostra nella tv russa Russia-1. La giornalista Olga Scabeeva illustra i 40 miliardi di dollari approvati dalla Camera Usa come aiuto all’Ucraina. Poi sostiene che in cambio delle armi Joe Biden ha chiesto agli ucraini di avere tutto il loro grano. E aggiunge che gli americani hanno trovato strade alternative per consentire l’esportazione del grano verso l’Europa. Non solo: secondo la tv di Stato russa per consentire alle vie di esportazione di rimanere aperte la vicedirettrice della Cia Avril Haines starebbe spaventando il mondo riguardo le intenzioni di Putin, sostenendo che lo Zar non fermerà la sua “Operazione Speciale” al Donbass ma farà proseguire la campagna fino alla Crimea e alla Transnistria.


Nella realtà invece i russi hanno bombardato silos di grano scambiandoli probabilmente per obiettivi militari, hanno provato ad espropriare i prodotti agricoli dell’Ucraina e hanno imposto per due mesi il divieto di esportazione del nitrato di ammonio, un fertilizzante che si utilizza nella coltivazione del grano. Biden, invece, ha spiegato che gli Stati Uniti e i loro alleati stanno cercando di aiutare l’Ucraina nell’esportazione proprio perché la guerra ha interrotto le forniture ai mercati globali. Provocando a cascata aumenti anche per petrolio, gas e fertilizzanti. L’Onu ha fatto sapere che l’indice dei prezzi alimentari è aumentato del 30% rispetto a un anno fa proprio a causa del conflitto.


Leggi anche: