Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Sparatoria a Buffalo, le parole del killer: «Volevo uccidere afroamericani»

L’autore della sparatoria si chiama Payton Gendron ed è un ragazzo di 18 anni

Il presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden ha commentato la strage avvenuta ieri, 14 maggio, in un supermercato di Buffalo, nello Stato di New York. «Dobbiamo lavorare insieme per affrontare l’odio che resta una macchia sull’anima dell’America. Un uomo da solo con armi da guerra e un animo pieno d’odio ha ucciso a sangue freddo dieci innocenti in un supermercato». Dalle informazioni pubblicate nelle ultime ore il movente più probabile sembra quello dell’odio razziale. L’autore della sparatoria che ha causato la morte di dieci persone ed è stata ripresa in diretta streaming su Twitch è un ragazzo bianco di 18 anni, Payton Gendron. Il suo nome era già noto alle autorità: in passato era infatti già stato sotto indagine per minacce, dopo che il liceo che frequentava aveva allertato la polizia in merito a un «ragazzo problematico che diceva di voler fare una sparatoria alla cerimonia di diploma o successivamente». Secondo i media americani, Gendron ha detto agli investigatori: «Volevo uccidere afroamericani».


Le indagini

L’Fbi sta indagando sulla strage come crimine d’odio e motivato da un violento estremismo razzista: l’ipotesi è che si sia ispirato in particolare al killer che a Christchurch, in Nuova Zelanda, il 5 marzo del 2019 uccise 50 persone attaccando una moschea e un centro islamico. Gli investigatori l’hanno descritto come un ragazzo «annoiato» che si sarebbe radicalizzato durante il lockdown per il Covid. Gendron ha studiato per un periodo breve al Suny Broome Community College, e ha pubblicato online un manifesto suprematista di oltre 100 pagine in cui, tra le altre cose, affermava: «La popolazione bianca diminuisce. Per mantenere la sua popolazione bisogna arrivare a un tasso di fertilità… che nell’occidente dev’essere di circa 2.06 figli per donna». Adesso è in tribunale, dove si è dichiarato non colpevole. Il giudice non ha previsto alcuna cauzione per lui.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: