Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Allerta Ue per la nuova ondata Covid, pressing sui vaccini: «Non aspettate quelli aggiornati»

La Commissione Ue sollecita i governi europei perché rilancino le campagne vaccinali in vista dell’autunno. E ipotizza il ritorno al ricorso di mascherine e distanziamento

I nuovi vaccini adeguati alle varianti Omicron dovrebbero arrivare entro 10 giorni, ma nel frattempo la Commissione europea ha invitato i Paesi a continuare le campagne con le dosi già disponibili. Questa è una delle raccomandazioni presenti nel documento, anticipato da Ansa, con cui l’autorità europea vuole mettere in guardia i Paesi membri per una possibile nuova ondata di contagi da Coronavirus per l’autunno-inverno. Non sarebbe una novità, visto i precedenti. Per questo motivo, la Commissione suggerisce di non attendere i vaccini adattati, di usare quelli già a disposizione e di preparare al più presto un programma nazionale che vada a individuare quali dovrebbero essere usati per specifici gruppi di popolazione. Il via libera da parte dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema) per l’utilizzo di Comirnaty Original/Omicron BA.1 e Spikevax Bivalent Original/Omicron BA.1, di Pfizer-Biontech e Moderna, è arrivato ieri. Per il 5 settembre, invece, è attesa la pronuncia dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Nell’occasione, il ministro della Salute Roberto Speranza ha ribadito come l’unico modo per combattere il Covid, che «non è scomparso», è «la vaccinazione: oltre il 90% degli italiani ha fatto la doppia dose e siamo tra i primi per la terza».


Nel documento della Commissione, però, viene sottolineato come dalla fine di aprile le campagne di vaccinazione europee abbiano ottenuto risultati scarsi. Il dato che preoccupa di più è rappresentato dal 7,5% di persone di età pari o superiore a 60 anni che non è ancora vaccinato e del 16,3% che non ha ricevuto il primo richiamo. Considerando gli over 18, la percentuale di non vaccinati arriva al 14,1%. È «possibile che alcuni interventi non farmaceutici», cioè le mascherine e il distanziamento sociale, «debbano essere reintrodotti nei prossimi mesi», avverte la Commissione che invita i governi a combinare la campagna di vaccinazione contro il Covid con quella per l’influenza.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: