Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

G20, Meloni: «Presto un nuovo incontro con Biden. Missile ucraino in Polonia? Non cambiano le responsabilità della Russia» – Il video

La presidente del Consiglio è intervenuta in conferenza stampa dal vertice in Indonesia: «Intorno a noi c’è stata molta attenzione»

Poco prima del bilaterale con il presidente cinese Xi Jinping, la presidente del Consiglio italiana ha tenuto una conferenza stampa. Da Bali, Giorgia Meloni ha parlato di «successo» del G20 in Indonesia. Sia perché «segna un riavvicinamento tra l’Occidente e il resto del mondo», sia per «il negoziato sul grano, che ha raccolto il sostegno di tutti i leader, Russia compresa». La leader di Fratelli d’Italia ha rimarcato il fatto di essere l’unica donna tra i capi di governo presenti e ha rivendicato la centralità dell’Italia al summit. «L’Italia – ha detto – è stata protagonista del G20. Intorno a noi c’è stata molta attenzione e curiosità. Sicuramente anche perché l’Italia è stata l’unica nazione con un capo di governo donna e, in totale, ce n’erano quattro su 41 partecipanti. Sul tema della parità – di genere – il nostro Paese era un fanalino di coda, ora siamo all’avanguardia, ed è un elemento che fa piacere». In diversi passaggi, poi, la presidente del Consiglio è tornata sul tema della guerra in Ucraina. Durante il G20, «non si poteva fingere di non vedere quello che sta accadendo con l’aggressione russa».


La guerra in Ucraina è stata la questione più complessa che ha aleggiato sul vertice in Indonesia, a suo dire. Meloni ha commentato anche il coinvolgimento del suolo polacco nel conflitto: «L’ipotesi che sulla Polonia sia caduto un missile dell’antiaerea ucraina non cambia la sostanza – ha chiarito -. La responsabilità di quello che è accaduto per quanto ci riguarda è tutta russa». Ha affermato l’intenzione della comunità internazionale di «trovare un accordo con Zelensky per uscire dal conflitto nel minor tempo possibile. Ma non si può prescindere – ha aggiunto – dalla volontà della Nazione aggredita». Parte della conferenza stampa è stata dedicata ai bilaterali: «Confesso, non sono riuscita a organizzare tutti gli incontri chiesti con l’Italia», ha detto. Con Joe Biden, la presidente del Consiglio ha strappato una promessa al presidente americano di «rivedersi molto presto». Con gli Stati Uniti «rimane aperta la questione dei prezzi del gas, ma abbiamo trovato un’amministrazione aperta a ragionare con l’Union europea per calmierare i prezzi. Atteso – però – che i fornitori di Gnl sono aziende private». Da Biden sarebbe arrivata anche la disponibilità «ad aumentare le forniture di gas».

Del bilaterale con Justin Trudeau, Meloni ha voluto sottolineare «la lunga storia di amicizia» con il Canada: «È un alleato affidabile e leale». Tra gli appuntamenti, c’è stato anche quello con il primo ministro australiano, Paese con il quale «si può rafforzare la collaborazione». In generale, il capo del governo italiano ha ribadito che «nessun continente debba essere isolato dal resto del mondo – e il G20 di Bali – è stato un’occasione per combattere la narrazione dell’Occidente contro il resto del mondo». Alla fine della conferenza, ci sarà l’incontro con la delegazione cinese e, per questo motivo, Meloni ha preferito non rispondere a domande relative ai rapporti con Pechino. Del colloquio con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, Meloni ha rilevato l’importanza che «Italia e Turchia, storicamente principali attori nel Mediterraneo, si parlino di crisi energetica e migratoria». Mentre con il presidente del Consiglio europeo, il belga Charles Michel, la leader di Fratelli d’Italia ha discusso di flussi migratori: «C’è la necessità di riprendere in mano la questione e parlarne nella sede propria, che è quella dell’Europa».

Non ci sarebbe stato modo di sciogliere la crisi diplomatica con la Francia, Paese che ha accolto la nave Ocean Viking dopo le resistenze dei porti italiani. La polemica tra i due Stati ha accompagnato l’esordio di Meloni al G20 di Bali, dove è stato presente anche il presidente francese. «Con Macron non c’è stato modo per approfondire le vicende che ci riguardano – ha tagliato corto Meloni -, ma non abbiamo bisogno di arrivare a Bali per parlare di questo. Ci siamo concentrati su altro». Anche sulla diatriba tutta interna alla politica italiana non c’è stata disponibilità al confronto. Il riferimento è al caso Marcello Gemmato, sottosegretario alla Salute del governo Meloni, che in diretta tv ha sollevato dei dubbi sull’efficacia dei vaccini anti-Covid. «Mi sono occupata di altro – al G20 – e non ho parlato con Gemmato, del quale conosco bene la posizione sui vaccini – ha chiosato Meloni -. È anche vaccinato. Quando torno in Italia ma ne occuperò – ha concluso -, ma non sono arrivata a Bali per parlare di Gemmato».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: