Caio Mussolini difende la t-shirt “Is back”: «Quanto è triste la sinistra radical chic»

Il candidato FdI ha risposto alle critiche del giornalista di Repubblica Merlo con un post su Twitter. Che subito replica: «Non è vero, le trovo molto radical chic».

«Quanto è triste la sinistra radical chic». Questa volta a usare l’espressione cara all’ala destra del Parlamento è Caio Giulio Cesare Mussolini, candidato alle elezioni europee con Fratelli D’Italia. E lo fa su Twitter, rivolgendosi direttamente a Francesco Merlo, giornalista di Repubblica.

«A Francesco Merlo non sono piaciute le magliette che mi hanno regalato i ragazzi di #Pescara», scrive, allegando una foto in cui due sostenitori di Mussolini della cittadina abruzzese mostrano due magliette con scritto “Is Back” e “Vota Mussolini”.

Il riferimento è a un articolo di Merlo dedicato alla candidatura del sociologo Francesco Alberoni con il partito di Giorgia Meloni (e di Mussolini), uscito stamattina 21 maggio sul quotidiano cartaceo, nel quale il giornalista si è riferito al candidato definendolo «quello con la maglietta “Mussolini is back”».

«Alberoni ora è in lista con Caio Giulio Cesare Mussolini, quello con la maglietta “Mussolini is back”», aveva scritto Merlo, «ed è ovvio che se, per assurda ipotesi, dovessimo scegliere tra Alberoni e gli altri “camerati di strada” della reginetta di Coattonia Giorgia Meloni, sceglieremmo mille volte Alberoni».

«Non è vero», ha risposto al tweet il giornalista. «Le trovo molto radical chic».

Leggi anche