Mattarella al Cern attacca i No-Vax senza nominarli – Il video

Il presidente della Repubblica parla di «sconsiderati scetticismi, quando non inaccettabili opposizioni, ai risultati offerti dal metodo scientifico»

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha visitato il Cern di Ginevra, l’organizzazione europea per la ricerca nucleare. E da lì – con parole dure – si è rivolto a chi mette in dubbio la validità delle conquiste scientifiche.

«Dal Cern – ha spiegato il presidente – arrivano contributi importanti alla creazione di una formazione di base equilibrata, attenta, consapevole e indipendente, in un’epoca nella quale emergono sconsiderati scetticismi, quando non inaccettabili opposizioni, ai risultati offerti dal metodo scientifico».

«In questo luogo così unico e più che proiettato già dentro il nostro futuro – ha detto il presidente rivolgendosi direttamente agli scienziati – [voi] svolgete, giorno per giorno, una funzione essenziale.

Nel Cern, nel cuore dell’Europa, da oltre mezzo secolo si mettono alla prova intuizioni e prendono forma ricerche ed esperimenti destinati a incidere profondamente nel progresso scientifico e tecnologico mondiale. L’Italia tradizionalmente vi ha svolto un ruolo di primo piano con dedizione con intelligenza e passione che voi rinnovate».

La dedica a Fabiola Gianotti

La direttrice generale del Cern è la fisica italiana Fabiola Gianotti, 58 anni. Il presidente l’ha elogiata «per la sua azione così efficace al servizio del Cern, che conferisce lustro anche alla scienza italiana».

Leggi anche: