Doppia gaffe di Raggi: prima sbaglia impianto, poi giorno

no video src

Prima si è fatta riprendere davanti ai cancelli sbagliati, poi è tornata davanti a un impianto che però apre domani, 8 luglio

Con un video postato su Facebook, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha voluto inchiodare il governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti. In visita a un impianto di smaltimento di rifiuti nella periferia della capitale, la prima cittadina ha voluto mostrare per due giorni di fila che questo non era funzionante.

«Eccoci, è sabato pomeriggio, i cancelli sono chiusi, l’impianto è fermo. È la prova che questa ordinanza non funziona. Zingaretti ha preso in giro tutti i romani. Noi dovevamo venire qui a scaricare i nostri rifiuti. I camion lavorano, gli operai Ama raccolgono, ma continuano a non sapere dove buttare i rifiuti. Questa è la verità», scrive la raggi postando il primo video davanti a quelli che dovrebbero essere i cancelli di Rida Ambiente ad Aprilia, ma che in realtà sono quelli di Eco Aprilia, impianto che non rientra nell’elenco di quelli previsti dal piano rifiuti regionale, quindi nell’ordinanza di Zingaretti.

In realtà, l’impianto al governatore di Aprilia non rientra nell’elenco. Dunque, nemmeno nell’ordinanza di Zingaretti che impone agli impianti privati del Lazio di dare precedenza assoluta ai rifiuti di Roma.

A farglielo notare è l’amministratore della Rida Ambiente di Aprilia «La prossima volta, semmai avrà la voglia di venirci a trovare, saremo lieti di poterla ospitare».

Sul caso è intervenuto anche l’assessore regionale al Ciclo dei rifiuti, Massimiliano Valeriani: «Dispiace dover denunciare una bufala inventata di sana pianta dalla sindaca Raggi: l’impianto di cui lamenta la chiusura non è infatti contenuto nell’ordinanza regionale, per questo il mezzo Ama ha trovato chiuso. Si vergogni, sia per la malafede sia per l’incapacità».

Raggi però non ci sta e oggi, domenica 7 luglio, decide di tornare ad Aprila, questa volta nelle sede giusta: davanti a Rida Ambiente e pubblica un altro video.

«Buongiorno anche oggi gli impianti di smaltimento rifiuti di Rida sono chiusi e i camion non possono scaricare. Lo ripeto: l’ordinanza regionale di Zingaretti non funziona e lascia ancora la spazzatura a terra. Una presa in giro. L’unica gaffe è quella di chi prende in giro i cittadini dicendo che gli impianti sono aperti», scrive la Raggi.

Peccato però che, secondo l’ordinanza, l’impianto inizierà a smaltire i rifiuti romani lunedì 8 luglio, quindi domani.

«Mentre gli operatori Ama si impegnano a risolvere l’emergenza rifiuti della capitale la Raggi, quasi non fosse la sindaca, continua con il suo boicottaggio mediatico dell’ordinanza ma soprattutto della capitale», e aggiunge: «La Raggi la smetta di fare inutili video ma soprattutto la pianti con questo atteggiamento e si impegni, nel rispetto del ruolo che ricopre, a risolvere l’emergenza rifiuti». È la replica dell’assessore Valeriani.

Leggi anche:

  1. Rifiuti, Di Maio difende Raggi: «Più ci attaccano e più ci rafforzano»
  2. Caos rifiuti Roma, Ama fa un appello ai cittadini: «Producete meno spazzatura»
  3. Sede dell’ex provincia di Roma, atto di messa in mora anche a Zingaretti e Raggi
  4. Il Tmb Salario chiude per sempre. Raggi a Zingaretti: «Ora revoca autorizzazione e bonifica»
  5. Perché investire sulla termovalorizzazione potrebbe salvare Roma dall’emergenza rifiuti
  6. Roma, caos rifiuti: i pm aprono un fascicolo per violazione delle norme ambientali