Cresce il calcio femminile, e non solo per i Mondiali. Iscrizioni aumentate del 39%

Negli ultimi 10 anni, le calciatrici tesserate sono passate da 18mila a 25mila

Archiviata la coppa del mondo di calcio femminile è tempo di bilanci. E per l’Italia sono già in positivo. Come evidenziato dall’ultimo rapporto FIGC ReportCalcio, lo studio della federazione italiana gioco calcio realizzato in collaborazione con AREL e PwC, il movimento femminile è in crescita.

Negli ultimi 10 anni, sotto l’egida organizzativa della Lega Nazionale Dilettanti, le calciatrici tesserate sono aumentare del 39,3%, passando da 18.854 a 25.896. Viene inoltre confermata la forte penetrazione del calcio nel tessuto sociale italiano: i calciatori tesserati maschi tra i 5 e i 16 anni sono pari ad oltre 700mila, e rappresentano il 20% della popolazione italiana (nella fascia d’età 11-12 anni l’incidenza sfiora addirittura il 25%).

I dati testimoniano inoltre il sempre più rilevante ruolo giocato dal calcio quale strumento di integrazione sociale: il numero di calciatori tesserati nati all’estero è pari a 59.842, un dato in crescita del 35% rispetto ai 44.294 registrati nel 2009-2010.

In Italia le ragazze che giocano a calcio sono lo 0,04% della popolazione. In netto contrasto con l’Olanda, finalista mondiale, dove su 17 milioni di abitanti il numero delle calciatrici tesserate è di 155mila.

Sullo stesso tema: