Il Vaticano ha tolto l’immunità all’ambasciatore in Francia accusato di abusi sessuali

Monsignor Luigi Ventura, 74 anni, sarebbe stato denunciato per molestie da almeno tre persone

Continua la lotta all’interno del Vaticano contro gli abusi sessuali. L’ultima notizia riguarda l’ambasciatore del Vaticano in Francia, Luigi Ventura, accusato di abusi sessuali da quattro persone.

Per farlo processare, il Vaticano avrebbe formalmente deciso di togliergli l’immunità, su richiesta del Quai d’Orsay, il ministero degli Affari esteri.

Per la Santa Sede si tratta di una decisione straordinaria che l’obiettivo di agevolare la cooperazione del prelato con le autorità francesi.

Il caso è scoppiato a febbraio quando la polizia francese ha cominciato ad indagare sulle presunte ripetute molestie da parte del Monsignor Ventura ai danni di un impiegato municipale nella capitale francese.

A questo caso se ne sarebbero aggiunti altri due in seguito: entrambi riguarderebbero fatti avvenuti nel 2018.

Diplomatico di carriera, Luigi Ventura rappresenta il Vaticano in Francia dal 2009. Una funzione grazie alla quale godeva – fino a ieri – dell’immunità diplomatica.

Leggi anche: