Il Napoli demolisce il Liverpool (3-0): Insigne show, Callejon play. Ora il colpo offensivo

Azzurri scatenati contro gli inglesi, privi dell’attacco titolare, ma letteralmente asfaltati. Ora Ancelotti aspetta il top player

https://twitter.com/AlexSportsExtra/status/1155515299581571072

Se qualcuno aveva, legittimamente, avanzato dubbi dopo gli stenti in amichevole con Benevento e Cremonese, stasera si è dovuto rimangiare tutto. Il 3-0 con cui il Napoli si sbarazza del Liverpool è una vendetta per il 5-0 di preseason dello scorso anno, ma soprattutto un triplice squillo di tromba sulla competitività della squadra di Ancelotti, che gioisce grazie ai gol di Insigne, Milik e Younes.

Carlo il Magnifico

In risposta a chi gli dà frettolosamente dell’allenatore superato, Ancelotti fa le cose per bene. E con ripagatissima inventiva. Vero è che affronta un Liverpool privo di Alisson e del tridente offensivo (Manè-Salah-Firmino), ma lo stesso Napoli deve rinunciare ai vari Koulibaly, Fabian Ruiz e Allan. E così Carletto s’inventa Callejon playmaker nel 4-2-3-1 accanto a Zielinsky, e si stropiccia gli occhi nel vedere un Insigne mostruoso: gol spettacolare, assist per Younes. In mezzo la rete di Milik e tanto possesso palla.

Il mercato e il colpo

Ora, però, guai ad abbassare la guardia, soprattutto sul calciomercato perché un pezzo in più a questo Napoli può fare solo bene. «C’è voglia di fare un grande colpo sul mercato da parte di tutti, soprattutto della società – dice Ancelotti a Sky -. Ci sono varie opportunità, vediamo quale sarà la migliore. Non faccio nomi, ma ci sono delle possibilità interessanti».

Ancelotti non vuole parlare «Di giocatori di altre squadre» e, comunque, non è rimasto deluso dalla decisione di Pepè di andare all’Arsenal. Su Icardi, dribbling secco: «Ora penso a Milik che ha segnato e a Mertens, che ha fatto una grande partita».

Foto di copertina Ansa / Carlo Ancelotti

Leggi anche: