Cdm approva decreto su rider e assunzione scuola. Il M5S: «Intanto Salvini fa comizio ad Arcore»

Via libera alla norma che dovrebbe garantire ai fattorini la copertura Inail e mix tra cottimo e paga oraria

Il Consiglio dei ministri si è nuovamente riunito dopo la sospensione di questo pomeriggio e, assente il ministro dell’Interno Matteo Salvini, ha approvato, secondo quanto si apprende da fonti del M5S, tutti i decreti all’ordine del giorno: il decreto sulle crisi aziendali (che include la norma sui rider), il decreto sul settore lattiero caseario e il dl sulle assunzioni nella scuola, «salvo intese».

La dicitura «salvo intese» è stata utilizzata poiché i decreti non possono andare in Gazzetta ufficiale domani, 7 agosto. Ma il decreto andrà in Gazzetta ufficiale il 28 agosto e, al suo interno, c’è l’attesa norma sulle tutele per i rider che dovrebbe garantire ai fattorini la copertura Inail e un mix tra cottimo e paga oraria.

Il M5S va però all’atto di Matteo Salvini che, a Consiglio dei ministri in corso, ha ribadito nel suo intervento alla festa della Lega di Arcore: «O le cose si fanno bene con coraggio e in fretta o hanno trovato il ministro
sbagliato e il movimento sbagliato. A tutto siamo attaccati come leghisti fuorché alle poltrone». E ha aggiunto: «Se non ci fanno fare quello che dobbiamo fare torno a chiedere la parola a voi. Perché l’Italia è un Paese che deve crescere».

La replica dei 5 Stelle non si è fatta attendere: «Mentre il governo è riunito a Palazzo Chigi per approvare importanti provvedimenti che daranno sostegno a imprese e lavoratori – sottolineano fonti del Movimento – come ad esempio il decreto imprese, il ministro Salvini sta facendo un comizio ad Arcore. È assurdo».

Leggi anche: