Roma, ecco perché Rugani non si sblocca. E Kalinic avanza per il dopo Schick

Ci sono divergenze sulla valutazione del difensore e delle contropartite. Movimento anche per rinforzare la prima linea

La Roma vuole Rugani, Rugani vuole la Roma. Manca l’ultimo sì della Juve che oggi è un Ni da 10 milioni di euro.

La distanza tra giallorossi e bianconeri è tutta qui, e non è poco, anche se il precipitare di Rugani a ultima scelta nel pacchetto arretrato juventino dà più che una speranza alla Roma, ma con la necessità di fare uno sforzo ulteriore.

Divergenze giovani

Lo stallo improvviso in una trattativa che sembrava viaggiare a tutta velocità è subentrato sulle contropartite tecniche. I giovani Celar e Riccardi, valutati intorno ai 15 milioni totali, sono utilizzati dalla Roma per abbassare la quota cash per Rugani. Ma qui nasce la divergenza.

I giallorossi spingono per un conguaglio economico non superiore ai 12-13 milioni di euro, mentre la Juve ne chiede 25 anche per realizzare una buona plusvalenza.

Schick e Kalinic

Rugani per la difesa, Kalinic per l’attacco. La Roma è in pole per il croato dell’Atletico Madrid che Petrachi vorrebbe portare all’Olimpico come suplente di Dzeko. L’assalto all’ex Milan sarà sferrato solo dopo aver piazzato Schick, conteso da Lipsia e Schalke.

Leggi anche:

Foto di copertina Rugani – Ansa