Arrestato Gaudenzi, braccio destro di Carminati. In un video: «So chi è il mandante dell’omicidio di Diabolik» – Il video

«Mi chiamo Fabio Gaudenzi, la polizia sta venendo ad arrestarmi e mi consegnerò come prigioniero politico», ha detto l’uomo in un video pubblicato su YouTube poco prima dell’arresto

«Mi chiamo Fabio Gaudenzi, la polizia sta venendo ad arrestarmi e mi consegnerò come prigioniero politico. Dal 1992 appartengo a un gruppo elitario di estrema destra denominato ‘I fascisti di Roma nord’ con a capo Massimo Carminati e di cui fanno parte Fabrizio Piscitelli, Luca e Fabrizio Caroccia, Maurizio Boccacci, Riccardo Brugia e Massimo Carminati».

A parlare davanti alla telecamera, con il volto coperto da un passamontagna e pistola in mano, è il braccio destro di Massimo Carminati. Gaudenzi, ultrà di estrema destra e già condannato per Mafia Capitale, prima di essere portato via dagli agenti, fa una rivelazione importante.

«Mi sto consegnando al Questore di Roma e parlerò del mandante dell’omicidio di Fabrizio Piscitelli e di tanto tanto altro, ma solo con il dottor Gratteri», ha detto l’uomo che ha ammesso dunque di sapere chi abbia disposto l’uccisione dell’ultrà romano noto come Diabolik, ucciso in pieno giorno al Parco degli Acquedotti.

«Vorrei essere processato e condannato per banda armata come dovrebbero esserlo Carminati e Brugia. Non siamo mafiosi, ma fascisti, lo siamo sempre stati e lo saremo sempre. La mafia e la droga ci fanno schifo. Mi sto consegnando al questore», ha detto sempre Gaudenzi nel video pubblicato su YouTube poco prima dell’arresto.

Leggi anche: