Bellanova e Bonetti, le due ministre che vanno con Renzi spiegano la loro scelta: «Ma non chiamatela scissione»

Bellanova e Bonetti seguono Renzi nella nuova «casa giovane e innovativa»

Teresa Bellanova, la ministra dell’Agricoltura, è la prima tra la squadra di governo a esporsi chiaramente sulla scissione di Matteo Renzi. «Ho sempre detto in questi giorni che al momento opportuno avrei detto da che parte sto con la franchezza che mi caratterizza», ha scritto in un post su Facebook. «Sto con Matteo Renzi. È un progetto ambizioso».

La ministra era già stata citata dallo stesso Renzi nell’intervista a La Repubblica, anticipando il suo ruolo da «capo delegazione nel governo».

Da sempre fedelissima renziana, Bellanova ha sottolineato che parlare di scissione è «fuori luogo»: «Non è scissione – ha scritto- ma sincera presa d’atto di una difficoltà di coesistenza tra anime diverse che in questi anni si è fatta sempre più evidente».

«È tempo di un passo ulteriore, che non mette in crisi il Governo ma lo rafforza», ha continuato Bellanova, che tra i commenti rilancia la petizione per aderire a questa nuova «casa giovane, innovativa, femminista, dove si lancino idee e proposte per l’Italia e per la nostra Europa».

Anche la ministra Elena Bonetti, al ministero della Famiglia e delle Pari Opportunità, è nella lista di chi seguirà l’ex premier. «Quella tracciata da Matteo Renzi è una strada di libertà e coraggio, che appartiene pienamente a me e alla mia storia personale», ha scritto su Twitter, condividendo la foto di un abbraccio con Renzi.

Leggi anche: