«Greta non sbraitare»: CasaPound Torino contro i cortei di Fridays for future

«Torino dà il benvenuto a Greta Thunberg e all’utilissimo FridayForFuture», twitta il responsabile provinciale di CasaPound Torino

Uno striscione apparso a Torino alla vigilia di questo venerdì internazionale che sta coinvolgendo folle oceaniche di giovani che manifestano contro i cambiamenti climatici dopo che l’attivista 16enne svedese Greta Thumberg – ormai identificabile come leader del movimento ambientalista – è stata capace di una così grande mobilitazione.

«Greta non sbraitare – si legge sullo striscione – non è il clima, è il tuo nuovo ordine mondiale». Il messaggio porta la firma di CasaPound, firma facilmente identificabile anche per via del caratteristico font identitario usato abitualmente dai fascisti del terzo millennio per i loro slogan.

Il tweet del responsabile provinciale di CasaPound Torino, Matteo Rossino, pubblicato questa mattina sul presto, prima che cominciassero i cortei ambientalisti nelle città italiane, punta sul sarcasmo. Il cinguettio “accoglie” Greta e la marcia sul clima Fridays for future: «Torino dà il benvenuto a Greta Thunberg e all’utilissimo FridayForFuture».

Leggi anche: