Brexit, Johnson chiede elezioni anticipate il 12 dicembre

Il premier britannico presenterà il 28 ottobre una mozione parlamentare per la convocazione di elezioni prima di Natale

Boris Johnson vuole proporre al Parlamento la convocazione delle elezioni anticipate nel Regno Unito. La data prevista è quella del 12 dicembre prossimo, come riferito da lui stesso alla Bbc dopo una riunione del Consiglio di gabinetto.

Il premier britannico sarebbe pronto a dare più tempo alle Camere così da discutere in merito alla ratifica dell’accordo raggiunto con Bruxelles sulla Brexit a patto che i parlamentari dicano di sì alle elezioni entro il mese di dicembre. Insomma, prima di Natale.

Cosa succederà nei prossimi giorni

Johnson presenterà lunedì 28 ottobre una mozione parlamentare per la convocazione delle elezioni, dopo che Bruxelles avrà deciso sulla durata della proroga dell’uscita del Regno Unito dall’Ue oltre il 31 ottobre (proroga per la quale c’è una generica intesa di massima fra i 27).

Johnson, nell’intervista alla Bbc, si è detto convinto che l’estensione da parte dell’Ue alla fine verrà concessa invitando, poi, l’opposizione laburista a dire di sì alla mozione pro elezioni.

«Noi Tory intendiamo far campagna affinché il popolo di questo Paese si liberi della tutela di questo Parlamento, già sopravvissuto oltre i limiti della sua utilità» ha detto il primo ministro tornando a polemizzare con gli ostacoli opposti da Westminster all’attuazione della Brexit.

Leggi anche: