Sondaggio Emg-Acqua, calano tutti tranne Fratelli d’Italia. Testa a testa Bonaccini-Borgonzoni: quanto pesa il candidato M5s

Nella sfida in Emilia-Romagna il distacco tra i due principali candidati è di soli due punti e mezzo

Perdono terreno tutti i partiti tranne Fratelli d’Italia secondo l’ultimo sondaggio Emg-Acqua diffuso da Agorà su Raitre. La Lega di Matteo Salvini mantiene la prima posizione al 32%, ma perde mezzo punto percentuale. In frenata anche il Partito democratico, ora al 19,3%, in calo dello 0,2%. Più ampia la perdita in una settimana del Movimento cinque stelle, lo 0,6%, che attesta ora i grillini al 15,7%.


Resta sopra la soglia del 10% il partito di Giorgia Meloni, registrato oggi al 10,4%. Segue Forza Italia in calo al 6,7% e Italia viva di Matteo Renzi, al 5.2%. Cresce intanto Azione di Carlo Calenda, che passa dall’1,8% al 2% in una settimana.

Nel mirino di Fabrizio Masia anche il prossimo appuntamento cruciale per la politica italiana, le regionali in Emilia-Romagna. Nella sfida tra i candidati presidenti, è ancora testa a testa tra il candidato del centrosinistra e quella del centrodestra. Stefano Bonaccini mantiene il vantaggio al 46,5%, ma Lucia Borgonzoni segue a stretto giro al 44%. Non va oltre il 5% invece il candidato del M5s, ancora da individuare.

Sul futuro del governo Conte bis, il 40% degli italiani pensa che l’esecutivo debba cadere piuttosto che impegnarsi nella verifica interna prevista per il prossimo gennaio. Un desiderio che prevale nettamente tra gli elettori leghisti, il 68%, e non manca anche tra quelli grilini, il 12%.

Secondo il 38% invece il governo dovrebbe andare avanti fino alla fine della legislatura. E se proprio deve cadere questa formazione, c’è un 10% che apre alla possibilità che si formi una nuova coalizione di maggioranza.

Leggi anche: