Polemica per il tweet Pd contro Salvini: «Anche il bambino vuole ballare al Papeete»

Una trovata propagandistica mal riuscita che aveva l’intento di ridicolizzare le scelte dell’ex ministro dell’Interno. Il tweet è stato poi cancellato dal Pd

Pubblicata e poi ritirata in fretta e furia. Ha fatto molto discutere l’immagine apparsa in un tweet del Pd Lazio che titolava: «Cambiamo i decreti Sicurezza subito», con riferimento alle misure anti immigrazione volute da Matteo Salvini durante il suo mandato di ministro dell’Interno.

Un bambino – un migrante – aggrappato a una rete metallica, con gli occhi spenti e la didascalia: «Anche lui vuole ballare al Papeete». Una trovata propagandistica mal riuscita che aveva l’intento di ridicolizzare le scelte dell’ex ministro dell’Interno. «Bisogna cambiare i decreti sicurezza, interverremo anche sulle multe alle navi Ong che salvano vite», scrivono ancora.

Tra i post con più seguito, quello della scrittrice italiana di origine eritrea, Igiaba Scego, che ha trovato il manifesto di cattivo gusto e sul suo profilo ha scritto: «Questo è un classico esempio non solo di comunicazione errata, ma anche di uso inferiorizzante dei bambini neri. Non ci potevo credere quando ho visto l’immagine. Non solo per l’uso strumentale, ma proprio perché il messaggio reale (sui decreti) è stato veicolato in una maniera stupida. Non mi capacito».

Stesso giudizio da parte di un’utente che ha commentato: «No, non vuole ballare al Papeete. Queste persone si accontenterebbero di ballare al proprio villaggio se avessero di che vivere invece di dover scappare da terroristi a cui noi vendiamo armi o lavorare in miniere per fornirci materie prime».

Leggi anche: