Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’audio Whatsapp attribuito al sindaco di Assisi sulla chiusura delle scuole in Umbria e lo stop di Conte

Un mix tra vero e falso, dalla falsa attribuzione dell’audio al sindaco di Assisi all’ordinanza umbra rimandata

Circola un audio Whatsapp attribuito al sindaco di Assisi Stefania Proietti in merito alla chiusura delle scuole a causa del Coronavirus. Secondo l’audio, la voce narrante dichiara di essere appena uscita dal palazzo della Regione Umbria dove sarebbe stata rimandata l’ordinanza sulla chiusura delle scuole per decisione del Presidente del Consiglio Conte:

Allora, sono appena uscita dalla regione. L’ordinanza in realtà è stata rimandata perché le Marche l’avevano prevista da domani, invece il premier Conte ha deciso che tutte le regioni dovranno… verranno coinvolte in un’ordinanza unica che dovrebbe partire, per la chiusura delle scuole, dopo domani fino alla mezzanotte di 7 giorni dopo, quindi il 3 marzo. Tecnicamente domani le scuole sono aperte, poi ognuno si comporta come vuole, perché l’ordinanza dovrebbe partire da domani quando Conte, con tutti i presidenti delle regioni, deciderà. Però aspettiamo, questo è ufficiale perché io esco adesso dalla conferenza stampa in Regione dove prima avevano detto che sarebbe partita domani e poi l’hanno dovuta smentire perché c’è una misura non più a carattere regionale ma nazionale. La.. il consiglio è quello comunque di aspettare l’ordinanza del ministero. Spero di essere stata chiara, grazie a tutti.

Il sindaco di Assisi, a seguito della diffusione dell’audio, ha pubblicato un post Facebook dove nega di essere stato registrato da lei e si sarebbe attivata per presentare denuncia.

Il post Facebook del sindaco di Assisi contro l’audio.

Cos’è successo nelle Marche

Un intervento da parte di Giuseppe Conte c’è stato e tutta la scena è stata riportata dal Corriere dell’Umbria il 24 febbraio 2020 in un video dove il Presidente della regione Marche, Luca Ceriscioli, racconta della telefonata e della decisione di seguire un’ordinanza nazionale che sarebbe stata emanata il giorno successivo. Ecco il video (Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev):

Ecco la dichiarazione del Presidente riportata dalla testata umbra:

Il premier Conte ci ha chiamato chiedendo di coordinare l’ordinanza con il ministro della Salute. Dal momento che domani mattina hanno intenzione di emanare degli indirizzi di carattere nazionale, cui le Regioni dovranno attenersi, ci hanno chiesto di sospendere al momento l’applicazione dell’ordinanza

L’articolo e il video del Corriere dell’Umbria che racconta l’accaduto.

Nelle dichiarazioni riportate nel video, così come dal Corriere dell’Umbria, non si parla di date. Queste informazioni vengono fornite, invece, nell’ordinanza infine approvata e riportata dal Presidente in questo video del 25 febbraio 2020 (Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev):

Il parere degli esperti

Leggi anche: