Coronavirus, Fontana risponde alle polemiche sulla mascherina: «Nessun allarmismo, solo precauzioni»

Il governatore assicura: «Fin da subito mi sono affidato alla scienza e continuerò a farlo»

Il governatore della Regione Lombardia interviene su Facebook per rispondere alle polemiche che lo hanno coinvolto in queste ore, a causa del suo annuncio di isolamento effettuato via social indossando una mascherina dopo che una sua stretta collaboratrice è risultata positiva al Coronavirus.


«Rispondo a chi, in queste ore, mi chiede il perché della mascherina, che uso e non mi fa e non deve far paura», scrive Fontana su Facebook. Era stato criticato per l’acclarata non utilità della mascherina su persone che non hanno sintomi – il governatore è anche risultato negativo al test come il resto del suo staff.

«Indossare la mascherina non è una scelta di esibizionismo o allarmismo, significa comunicare la possibilità di vivere e lavorare normalmente, prendendo precauzioni a tutela propria e del prossimo», prosegue il governatore.

«Chiarisco che nell’esercizio della mia funzione, sono assoggettato alle istruzioni operative per gli operatori di servizio sanitario e socio-sanitario regionale, finalizzate a garantire il livello di massima sicurezza in relazione alle condizioni di potenziale e/o possibile esposizione al coronavirus (ciò in adempimento al DPCM del 23 febbraio 2020)».

«Questo atto prevede per un “asintomatico con storia di possibile contatto stretto”, con un tampone negativo, come nel mio caso, la “ammissione al lavoro con utilizzo di dispositivi per la protezione personale (DPI) con mascherina chirurgica e monitoraggio delle condizioni cliniche”».

Fin dall’inizio, assicura il presidente della Regione Lombardia, «ho deciso di affidarmi solo ed esclusivamente alla scienza, informando con assoluta trasparenza. Lo farò fino in fondo».

Il parere degli esperti

Leggi anche: