Coronavirus, il Messico autorizza lo sbarco della nave italiana Msc Meraviglia

Ai 4.500 passeggeri e 1.600 membri dell’equipaggio era stato negato lo sbarco da due porti dei Caraibi per un caso di influenza a bordo

Alla fine la nave italiana Msc “Meraviglia” attraccherà a Cozumel, in Messico, dopo essere stata respinta da due porti nei Caraibi (in Giamaica e alle Isole Cayman), per paura del Coronavirus. Nonostante il benestare delle autorità messicane, le condizioni proibitive del vento, secondo quanto si legge in un comunicato della compagnia di navigazione, starebbe soffiando a 35-40 nodi, impedendone l’attracco.

La nave, al momento, si trova al largo di Cozumel in attesa che il tempo migliori.

Cosa è successo

Della nave italiana sappiamo che era arrivata martedì mattina al porto di Ocho Rios, in Giamaica, provenendo da Miami. A 4.500 passeggeri e 1.600 membri dell’equipaggio era stato negato lo sbarco in Giamaica e alle Isole Cayman. Il motivo? Lo stato influenzale di una delle persone a bordo.

Foto in copertina di Heider Castillo | Epa | Ansa

Il parere degli esperti:

Leggi anche: