Quel che sappiamo delle 21 vittime del coronavirus

Dei 21 decessi, 19 sono lombardi e due veneti. Tra le persone che hanno perso la vita ci sono anche tre under 70

Hanno tutte oltre sessanta anni le persone che hanno perso la vita nell’ultima settimana dopo aver contratto l’infezione da Coronavirus. Dei 21 morti, 19 sono lombardi. Gli ultimi due della lista, nonostante siano deceduti a Piacenza, risiedevano nel Comune di San Fiorano, in provincia di Lodi.

La Lombardia è quindi la Regione in cui si è registrata la gran parte dei decessi, proporzionale a un maggior numero di contagi (oltre 530 pazienti – per il momento – sono risultati positivi al test), a partire dal primo focolaio noto, quello nel Lodigiano. Altre due vittime sono invece venete.

Il genere

Le morti da coronavirus finora registrate hanno riguardato 14 uomini e 7 donne in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

L’età

Quanto al fattore anagrafico, i pazienti che hanno perso la vita finora con il Covid-19 non hanno in nessun caso meno di i 60 anni. Tre di loro sono under 70: di 63, 68 e 69. E ancora, sono morti per il coronavirus un 73enne, un 74enne, un 75enne, un 76enne e due 77enni. Tredici di loro sono ultraottantenni: un 80enne, un 82enne, due 83enni, due 84enni, un 85enne, un 86enne, quattro 88enni e un 91enni.

Il parere degli esperti

Leggi anche: