Coronavirus, la proposta di Fontana: «Anticipiamo la laurea di 100 infermieri per assumerli»

Per il presidente della Regione, la Lombardia «avrebbe i soldi per assumere oltre 100 infermieri già da marzo», e rilancia sull’autonomia

«Ad aprile era prevista la laurea di più di cento infermieri. Abbiamo chiesto di anticipare questo momento in modo da immetterli subito nel sistema sanitario». A lanciare l’idea per far fronte all’emergenza Coronavirus è Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia.

Al Corriere della Sera, dopo il punto stampa in videoconferenza del primo marzo – Fontana è in isolamento per essere stato a stretto contatto con una sua collaboratrice, risultata positiva al coronavirus -, il presidente ha parlato della proposta elaborata con l’assessore al Welfare Giulio Gallera.

Fontana ha escluso che ci siano fragilità nella sanità lombarda, «piuttosto mi sembra che questa situazione faccia emergere un altro tipo di fragilità: noi chiediamo da anni di poter assumere medici e infermieri, perché la nostra sanità ne avrebbe bisogno e le nostre finanze lo consentirebbero. Però finora ci è stato impedito per leggi statali. Se avessimo la nostra autonomia potremmo agire diversamente».

Il parere degli esperti

Leggi anche: