Coronavirus, Harvey Weinstein positivo. In isolamento nel carcere di New York

L’ex produttore di Hollywood ha 68 anni ed è malato di cuore. Secondo le autorità del carcere era positivo già prima di entrare

Dalla cella del carcere dello Stato di New York dove è stato da poco trasferito per scontare una condanna di 23 anni di prigione, Harvey Weinstein è risultato positivo al tampone per il Coronavirus. L’ex produttore cinematografio, 68 anni con patologie cardiache, è stato messo in isolamento, senza possibilità di entrare in contatto con gli altri detenuti. A riportare la notizia è Niagara Gazette. Weinstein si trova recluso nel Walden correctional center di Alden, una cittadina poco fuori Buffalo.


Le autorità della prigione hanno riferito al giornale locale che l’ex produttore di Hollywood era già positivo quando è entrato nel sistema penitenziario dello Stato di New York da Rikers Island, una prigione della città di New York. Weinstein si trova in centro di smistamento per detenuti che vengono poi spostati in altre strutture dopo essere stati sottoposti ad analisi mediche. Dopo la condanna e prima di esser trasferito a Rikers era stato sottoposto a uno stent cardiaco.

Il parere degli esperti

Leggi anche: