Coronavirus, i numeri della Lombardia: 1.592 nuovi positivi, 416 morti in un giorno

Cresce il dato dei tamponi: oggi ne sono stati eseguiti 107398, +4895 rispetto a ieri

Il bollettino del 29 marzo

Migliora ancora l’andamento dei casi positivi al Coronavirus in Lombardia, non fosse che rimangono ancora alti i numeri relativi al contagio. Nella solita conferenza stampa dell’assessore al Welfare, Giulio Gallera, i dati diramati oggi, 28 marzo, riferiscono di 1.592 nuovi casi di positività nella Regione, per un totale di 41.007. Un trend in negativo rispetto a ieri: nella giornata del 28 marzo, infatti, il dato era +2.117 (quindi -525).

In diminuzione il dato dei decessi: nelle ultime 24 ore si sono contate altre 416 vittime, contro le 542 registrate ieri. Il bilancio totale sale così a 6.360. I pazienti in terapia intensiva sono 1.328: +9 rispetto alla giornata di ieri. Gli ospedalizzati sono in tutto 11.613 (+461 rispetto a ieri). I dimessi sono 9.255 (+293 rispetto al dato di ieri).

I tamponi effettuati – solo su soggetti sintomatici – crescono progressivamente con il passare delle giornate: il 24 marzo ne sono stati eseguiti 76695; 81666, quindi + 4971, nella giornata del 25 marzo. Ancora in aumento il 26 marzo: 87713 tamponi effettuati (+6047); altri 95860 tamponi il 27 marzo (+8147) e 102503 (+ 6643) nella giornata di ieri, 28 marzo. Oggi, i tamponi eseguiti salgono a 107398 (+4895).

I 41.007 positivi al test in Lombardia riguarda «il numero dei tamponati ma il dato reale è nettamente superiore» ha detto Giulio Gallera sottolineando come il numero dei decessi sarà «l’ultimo a ridursi». «Le misure di contenimento cominciano a dare i loro frutti. Siamo partiti con un’impennata nei contagi, con una crescita esponenziale», dice il medico Danilo Cereda, ospite della conferenza.

«Da quando abbiamo iniziato a vivere in modo diverso, l’andamento dei contagi ha cominciato a scendere, seppur di poco». Per Gallera uno degli aspetti fondamentali nella prevenzione è stata la chiusura delle scuole. L’epidemiologo Vittorio De Micheli non sa fare una stima, ma «uscire dalla pandemia sarà un processo lungo. Dobbiamo essere cauti: nelle prossime 4-5 settimane continueranno ad esserci dei decessi, su questo bisogna essere chiari. La fotografia di oggi è che sembra che i nuovi casi stiano rallentando. L’invito è ad aver fiducia.».

I dati nelle province

Questi i dati relativi alle province:

  • Bergamo: 8527 (+178 in 24 ore)
  • Brescia: 8013 (+335 in 24 ore)
  • Como: 1014 (+111 in 24 ore)
  • Cremona: 3762 (+157 in 24 ore)
  • Lecco: 1381 (+65 in 24 ore)
  • Lodi: 2058 (+28 in 24 ore)
  • Monza-Brianza: 2265 (+179 in 24 ore)
  • Milano: 8329 (+546 in 24 ore)
  • Mantova: 1550 (+66 in 24 ore)
  • Pavia: 1974 (+67 in 24 ore)
  • Sondrio: 422 (+34 in 24 ore)
  • Varese: 812 (+44 in 24 ore)

Altri 901 casi sono ad ora in fase di verifica.

La conferenza stampa

Leggi anche: