Coronavirus, Leonardo DiCaprio lancia una raccolta fondi per assicurare un pasto ai cittadini più poveri

Oltre all’attore statunitense, una buona percentuale dei fondi raccolti è stata donata da Apple, Oprah Winfrey e Ford Foundation

Oltre 4,5 milioni di euro. La cifra più alta raccolta sulla piattaforma GoFundMe in tutta la sua storia. Fino a pochi giorni fa Elisa Finocchiaro, manager del sito per il Sud Europa, spiegava ai microfoni della trasmissione Le Iene che la raccolta organizzata da Fedez e Chiara Ferragni per l’ospedale S. Raffaele di Milano aveva superato ogni record europeo. E che da questa campagna ne erano partite molte altre per sostenere gli ospedali italiani che lavorano nelle zone più colpite dal Coronavirus.


Il 2 aprile Leonardo DiCaprio ha lanciato, sempre sulla stessa piattaforma, una nuova campagna che in due giorni ha quasi raggiunto i 13 milioni di dollari, poco meno di 12 milioni di euro. La campagna per cui l’attore è in prima fila si chiama America’s Food Fund, Feeding Neighbors in Need. L’obiettivo è quello di raccogliere fondi per assicurare un pasto ai cittadini più poveri durante questa epidemia.

I numeri della campagna: oltre DiCaprio anche Apple e Oprah Winfrey

Il Covid-19 è esploso anche negli Stati Uniti dove nelle ultime 24 ore le vittime sono state 1.480 e il contagio ha coinvolto 277mila persone. Come si può vedere dal registro delle donazioni, per questa campagna DiCaprio ha devoluto direttamente 5 milioni di dollari, Apple altri 5 mentre Oprah Winfrey e Ford Foundation hanno donato rispettivamente un milione di dollari. Il ricavato verrà donato a due associazioni: World Central Kitchen e Feeding America.

GoFundMe | Chi ha partecipato alla campagna di DiCaprio

Anche il team di GoFundMe ha partecipato con 100mila dollari. Negli scorsi giorni in Italia era scoppiata una polemica fra Fedez e il Codacons proprio sul ruolo della piattaforma nelle campagne. Per ogni donanzione infatti GoFundMe aggiunge una quota che può essere del 5, 10 o 15% che usa per sostenersi. Questo margine per la piattaforma è impostato di default ma può essere anche annullata controllando nel form della donazione. Nel caso della campagna per l’Ospedale S. Raffaele i Ferragnez avevano chiesto a GoFundMe di devolvere parte del ricavato ad altri ospedali in difficoltà.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: