Finale disastroso per la missione dei medici albanesi a Brescia: multe e denunce per il festino in hotel

All’arrivo della polizia, alcuni degli specialisti hanno protestato con gli agenti, incassando anche un paio di denunce per oltraggio e resistenza

Torneranno in Albania sicuramente più ricchi nello spirito ma meno nel portafogli i medici e gli infermieri albanesi arrivati un mese fa in Lombardia, spinti da un orgoglioso discorso del premier Edi Rama, per aiutare i colleghi nell’emergenza Coronavirus. Una decina di operatori sanitari albanesi è stata multata infatti ieri sera, 29 aprile, a Brescia alla fine di una festa improvvisata in hotel.

In camera però si sono riversati in gruppo con birra e musica, secondo quanto riporta l’Agi, facendosi inevitabilmente sentire in tutta la struttura fino a tarda sera. Il proprietario dell’albergo non ha potuto far altro che chiamare la polizia che ha dovuto sanzionare l’assembramento. L’arrivo degli agenti non deve essere stato preso bene dagli specialisti albanesi, tanto che per due di loro è scattata anche la denuncia per resistenza e oltraggio.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: