Per la serie A si mette male: Spadafora ottimista sulla ripresa. Ma arrivano nuovi positivi nella Fiorentina e nella Samp

I risultati dei test sono arrivati appena conclusa la riunione tra governo, Figc e Cts sul protocollo di sicurezza per gli allenamenti

Dal vertice tra governo, Figc ed esperti del Comitato tecnico scientifico, il ministro Vincenzo Spadafora è uscito più ottimista sulla ripresa della serie A, a cominciare dagli allenamenti il 18 maggio. Ma proprio durante il vertice tanto atteso, si sono aggiunte nuove nubi sull’orizzonte del Campionato.

Tre giocatori della Fiorentina sono risultati positivi al Coronavirus, ma asintomatici, e sono stati subito messi in isolamento. Assieme a loro anche tre membri dello staff. La squadra di Iachini era stata finora tra le più colpite dai contagi, con la positività di Vlahovic, Cutrone e Pezzella in squadra, oltre al medico sociale, il fisioterapista e altre sette persone tra staff e dipendenti della società. A questi si aggiunge un giocatore del Torino, risultato positivo appena ieri 6 maggio.

In serata l’Uc Sampdoria informa che, nel corso degli esami ai quali sono stati sottoposti i calciatori, sono emersi tre nuove positività al coronavirus e un ritorno di positività. Attualmente asintomatici, secondo quanto riporta il sito della squadra sono stati posti in quarantena e saranno costantemente monitorati come da protocollo.

Il vertice Figc-governo-Cts

I club però premono per ricominciare e su questa spinta i vertici della Federcalcio hanno presentato oggi al Cts e al governo un nuovo protocollo di sicurezza almeno per lo svolgimento degli allenamenti. Una versione che secondo Spadafora dovrebbe aver risolto «le questioni problematiche che erano state evidenziate». Fermo restando che i dati dell’epidemia continuino a essere positivi, anche se già all’interno del solo mondo del calcio il bilancio continua ad aggravarsi.

Leggi anche: