Coronavirus, non era positivo il paziente entrato stamattina all’ospedale di Codogno, riaperto dopo tre mesi

Il pronto soccorso di Codogno era stato chiuso nella notte tra il 20 e il 21 febbraio, dopo l’accertamento e il successivo ricovero del primo caso di Coronavirus in Italia

Il paziente entrato stamattina al pronto soccorso dell’ospedale di Codogno, che ha riaperto proprio oggi, dopo essere rimasto chiuso per oltre 100 giorni, era negativo al Coronavirus, e non positivo come inizialmente riferito. In tutto sono sette i cittadini che si sono recati al pronto soccorso dalla riapertura di questa mattina: a risultare positiva soltanto l’anziana trasferita da una Rsa per problemi di anemia e con Covid conclamato. La donna al suo ingresso è stata sottoposta a un nuovo tampone con cui è stata confermata la positività al virus.

L’ospedale di Codogno chiuso per tre mesi

Il pronto soccorso di Codogno era stato chiuso nella notte tra il 20 e il 21 febbraio, dopo l’accertamento e il successivo ricovero del primo caso di Coronavirus in Italia – Mattia, il cosiddetto “paziente 1”. In occasione della riapertura è stata organizzata una cerimonia per oggi, 4 giugno, con la presenza delle autorità locali.

La riapertura avviene a due giorni di distanza dalla Festa della Repubblica, quando il presidente Sergio Mattarella si era recato proprio a Codogno, ormai luogo simbolo dell’emergenza, per celebrare i valori dell’unità e del coraggio dimostrati dagli italiani e dalle italiane.

Leggi anche: