Stati Generali, il centrodestra rifiuta l’invito. Conte: «Sorpreso». Atteso l’intervento di Von der Leyen

«Il luogo del confronto e della discussione è il Parlamento, non sono le ville o le sfilate», ha detto Salvini. La replica di Conte: «Si convinceranno che villa Pamphili è una sede istituzionale»

La kermesse voluta da Giuseppe Conte per pensare alla ripartenza economica del Paese, gli Stati generali dell’economia a Villa Pamphili, riscalda i toni della politica italiana. Superati gli attriti con il Partito democratico, il quale ha criticato l’improvvisazione dell’incontro, adesso è il centrodestra italiano a polemizzare sull’evento che definirà il “Recovery Plan” per la ripresa economica.

Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia non parteciperanno ai panel e ai tavoli tecnici pensati dal presidente del Consiglio. Dal vertice che ha riunito Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani è emerso un secco “no” alla partecipazione del centrodestra. Le ragioni dell’opposizione non riguarderebbero la volontà di costruire un dibattito per la crescita post-pandemia, ma la scelta del luogo e del contesto «non istituzionale».

Matteo Salvini: «Il luogo della discussione è il parlamento»

«Gli italiani – ha dichiarato il segretario della Lega – non hanno bisogno di altri show e passerelle, c’è bisogno subito della cassa integrazione per milioni di lavoratori, soldi veri per imprenditori e famiglie, scuole aperte e sicure. Il luogo del confronto e della discussione è il parlamento, non sono le ville o le sfilate. Sessanta milioni di persone non possono dipendere dall’umore del portavoce del presidente del Consiglio, Rocco Casalino».

L’intervento della presidente della Commissione europea

«Villa Pamphili è sede istituzionale, se ne convinceranno», ha replicato a stretto giro Conte, che si è detto sorpreso per l’atteggiamento degli esponenti dell’opposizione. Mentre trapela l’obiettivo del governo, ovvero ottenere uno scostamento di bilancio dal valore di 8-10 miliardi entro giugno, Ursula Von der Leyen avrebbe confermato la sua partecipazione agli Stati generali. Fonti dell’esecutivo hanno detto che la presidente della Commissione parlerà degli scenari economici europei in videoconferenza.

La relazione di Colao

Stessa modalità di partecipazione per il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. Attesa anche la relazione di Vittorio Colao, a capo della task force istituita dal governo per l’emergenza Coronavirus. «Omaggeremo il lavoro della commissione Colao. È un buon lavoro. Ho visto che ha ricevuto varie critiche, ci stanno. Noi ministri stiamo in questi giorni lavorando con molta soddisfazione per mettere su un piano di rilancio», ha dichiarato Conte.

Leggi anche: