Coronavirus, il ministro Speranza sul vaccino: «I ricercatori italiani al centro della sfida» – Video

«L’Italia c’è ed è in campo con le sue energie, per vincere la sfida del vaccino», ha detto Speranza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha parlato del ruolo della ricerca italiana nella messa a punto di un vaccino contro il Coronavirus. «L’Italia con i suoi cervelli, con le sue donne e suoi uomini, è al centro della sfida mondiale per il nuovo vaccino e sarà questa la vera soluzione che il mondo aspetta», ha detto durante la sua visita al centro di ricerca ReiThera di Castel Romano, che collabora da tempo con lo Spallanzani e che lo scorso giugno ha ottenuto un finanziamento per sviluppare un vaccino contro il Covid-19.


In tempi brevi, ReiThera doverebbe iniziare la sperimentazione sull’essere umano. «È bello che ci siano realtà importanti del nostro Paese, frequentate da donne e uomini che hanno studiato qui e che lavorano qui, che possono dare una mano vera per raggiungere questo obiettivo strategico», ha aggiunto. «L’Italia c’è ed è in campo con le sue energie, per vincere la sfida del vaccino».

Ieri, 6 luglio, Speranza aveva fatto visita all’azienda farmaceutica Catalent di Anagni, in provincia di Frosinone, dove AstraZeneca completerà parte del processo produttivo sul vaccino – se tutti i testi di efficacia e di sicurezza nello sviluppo saranno superati – e dove anche Johnson&Johnson produrrà il suo. «Sono belle notizie che testimoniano come l’Italia e le sue eccellenze scientifiche e produttive siano al centro della sfida mondiale per il nuovo vaccino», aveva detto Speranza.

Leggi anche: