Caldo record nell’arcipelago norvegese delle Svalbard: 21,2 gradi, a un passo dalla temperatura più alta di sempre

Secondo l’Istituto metereologico norvegese si tratta della più alta temperatura registrata da 40 anni a oggi

Sono l’evocazione stessa del gelo artico, degli orsi bianchi, del candore dei ghiacciai perenni. Eppure alle isole Svalbard, l’arcipelago artico della Norvegia a un migliaio di chilometri dal Polo Nord, si sta registrando nelle ultime ore un preoccupante caldo record con 21,2 gradi. Ben oltre le medie stagionali, e con un picco che, a detta degli esperti, potrebbe durare fino a domani.

A diffondere la cifra record è l’Istituto metereologico norvegese: «È – spiegano – la più alta temperatura registrata da quattro decenni a questa parte ed è solo di un pizzico più bassa dalla temperatura più alta mai registrata: 21,3 gradi, era il 16 luglio 1979.

L’Artico quindi continua a preoccupare. Solo un anno fa l’allarme sulle microplastiche, che arriverebbero fino a qui, trasportate da pioggia e neve. Ora, di nuovo, quello sul riscaldamento: secondo gli esperti infatti l’Artico si sta scaldando due volte più rapidamente di tutta la Terra.

Luglio è in genere il mese più caldo nell’Artico, e alle Svalbard di norma la temperatura oscilla tra i 5 e gli 8 gradi Celsius. Nel periodo 2070-2100 potrebbe aumentare da 7 a 10 gradi rispetto al periodo 1970-2000, secondo quanto riporta un report realizzato in Norvegia, Clima alle Svalbard 2100. «Dal 1971 al 2017 è stato osservato un aumento della temperatura da 3 a 5 gradi, con i maggiori aumenti in inverno», si legge.

In copertina EPA/FREDRIK LJONE HOLST | Un cartello stradale mette in guardia sul pericolo di attraversamento da parte di orsi polari a Longyearbyen, Svalbard, Spitsbergen, Norvegia, 30 aprile 2013.

Leggi anche: