Coronavirus, negli Stati Uniti più di 1200 morti in 24 ore. Facebook e Twitter contro Trump: «Fa disinformazione sul Covid-19»

Per entrambi i social il video in cui il presidente afferma che i bimbi sono quasi immuni al virus è da rimuovere, in quanto «contenuto falso» che viola le regole. Intanto il presidente Usa continua a insistere sulla riapertura delle scuole

Usa

Ansa | Padre e figlia aspettano di poter eseguire il test per il Coronavirus a Los Angeles, California, USA, 17 luglio 2020

Negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.262 morti per Coronavirus. Il totale dei decessi sale così a 158.249, mentre sono stati registrati 4.823.797 contagi (+53.158) dall’inizio del monitoraggio della pandemia nel Paese, secondo i dati della Johns Hopkins University.

Facebook e Twitter hanno preso delle misure contro Donald Trump dopo la diffusione di un video in cui il presidente sosteneva che i bimbi fossero quasi immuni al Covid-19. Twitter ha bloccato temporaneamente il profilo della campagna di Trump, sostenendo che aveva pubblicato tweet contenenti disinformazioni sul virus. Per continuare a twittare i gestori dell’account dovranno prima rimuovere il filmato.

Anche Facebook – criticato in precedenza per non aver mai preso misure contro il presidente, a differenza di Twitter – ha deciso di cancellare il video dalla pagina di Trump. «Si tratta di contenuti che contengono affermazioni false e dannose che violano le nostre regole sulla disinformazione», così Facebook ha giustificato la rimozione del post.

Intanto il presidente statunitense continua ad accelerare sulla riapertura delle scuole. «Il virus sta andando via», ha detto e ha elencato i successi della sua amministrazione nella gestione dell’emergenza. Trump ha accusato i dem di volere le scuole chiuse «per motivi politici». Il presidente ha annunciato anche che è probabile che il vaccino arrivi entro la fine dell’anno.

Leggi anche: