Usa, a Washington un 18enne afroamericano è stato ucciso dalla polizia. A Kenosha arriva Biden

Secondo quanto riportato dalla polizia, il ragazzo stava scappando da un inseguimento. Immediate le proteste fuori dalla centrale

Il suo nome era Deon Kay e aveva 18 anni. Nella notte tra il 2 e il 3 settembre è stato ucciso a Washington da un agente di polizia che lo stava fermando per un controllo. Si tratta dell’ennesima uccisione di un cittadino afroamericano da parte delle autorità. L’omicidio ha causato un’immediata protesta fuori del movimento Black Lives Matter fuori dalla centrale della capitale.

A darne la notizia è il Washington Post. Secondo quanto riportato dal quotidiano, il ragazzo è stato colpito da un proiettile ed è morto in ospedale. La polizia ha comunicato che il giovane Deon «aveva brandito un’arma da fuoco».

EPA/SHAWN THEW | Proteste fuori dal dipartimento della polizia di Washington, 2 settembre 2020

L’omicidio ha portato a uno scontro in piena notte tra manifestanti e polizia. In una successiva dichiarazione, il dipartimento ha fatto sapere che Kay era una delle due persone fuggite durante un’operazione su un sospetto possesso di un’arma da fuoco nel quartiere. «Durante l’inseguimento a piedi», dicono dalla polizia, «uno dei sospetti ha brandito un’arma da fuoco. In risposta, un ufficiale ha sparato una sola volta colpendo il sospetto».

La scia di sangue negli Usa

La notizia dell’omicidio di Kay arriva a poche ore dalla diffusione del video di un’altra aggressione fatale, avvenuta a Rochester, vicino a New York, lo scorso 30 marzo. Daniel Prude, un afroamericano disarmato e con disturbi mentali, che correva nudo per strada, ha perso la vita asfissiato dopo che gli agenti lo hanno ammanettato e incappucciato, schiacciandogli il volto sull’asfalto per due minuti.

I fatti di oggi arrivano nel mezzo delle proteste di piazza per il ferimento da parte della polizia di Jacob Blake a Kenosha, nel Wisconsin (dove oggi è atteso Joe Biden), e per la morte a maggio di George Floyd a Minneapolis. Il 1 settembre scorso un 29enne afroamericano, Dijon Kizzee, è stato ucciso a Los Angeles.

Leggi anche: