Stato dell’Unione, Ursula von der Leyen: «Aboliremo il regolamento di Dublino. In Italia un vertice globale sulla sanità» – Video

Nel primo discorso sullo stato dell’Unione, la presidente della Commissione Ue ha annunciato per il 2021 un vertice mondiale in Italia sulla sanità

Sarà l’Italia a ospitare un «vertice globale sulla sanità» per «dimostrare che l’Europa c’è per proteggere» i cittadini. La presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, ha fissato per il prossimo anno l’appuntamento che sarà organizzato con il presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte, in occasione della presidenza italiana del G20. Un momento che si preannuncia strategico nell’impegno europeo nel contrasto alla pandemia, in un momento cruciale in cui gli europei «vogliono uscire da questo mondo del Coronavirus – ha detto la presidente nel suo discorso sullo stato dell’Unione all’Europarlamento – da questa fragilità, fuori da questa incertezza».

«Siamo pronti per un cambiamento e sono pronti ad andare avanti – ha aggiunto – Questo è il momento per l’Europa di allontanarsi da questa fragilità e verso una nuova vitalità». La lotta al virus è in una fase delicata secondo la presidente, con il: «popolo europeo che sta ancora soffrendo, è un periodo di ansia, sono preoccupati di come sbarcare il lunario, la pandemia e l’incertezza non sono ancora superati e la ripresa è ancora in fase iniziale, nostra priorità è superare questa fase, e l’Europa può farlo».

Salario minimo in tutta Europa

Sul tema del lavoro, Von der Leyen ha ribadito che «tutti nell’Unione devono aver i salari minimi. Funzionano ed è giunto il momento che il lavoro ripaghi. La verità è che per troppe persone il lavoro non paga – ha aggiunto – il dumping salariale distrugge la dignità del lavoro e penalizza gli imprenditori, distorce la concorrenza del mercato interno, e bisogna porre fine a questa situazione». Per questo la presidente ha annunciato un intervento della Commissione che sosterrà i Paesi membri a istituire «un quadro sui salari minimi», dove ancora non c’è.

Recovery Fund

A proposito del Recovery Fund, istituito dal programma Next generation Ue, Von der Leyen ha rimarcato che i fondi saranno destinati al Green deal per il 37%: «Dobbiamo cambiare il modo in cui trattiamo la natura». Un quinto del fondo invece sarà destinato al digitale, con la creazione di un “cloud europeo” per la conservazione dei dati. L’obiettivo per la presidente della Commissione Ue è la «sovranità digitale dell’Europa» e ottenere «un’identità digitale europea sicura».

Regolamento di Dublino

Parlando di immigrazione, von der Leyen ha poi assicurato che «nel nuovo piano» sulle migrazioni che sarà presentato, «verrà abolito il regolamento di Dublino e sarà sostituito da un nuovo sistema di governance. Avrà una struttura comune per quello che riguarda gli asili ed i rimpatri, ed avrà anche un meccanismo di solidarietà molto forte ed incisivo. Ci sarà un dibattito su questo, punti su cui andremo d’accordo e meno. So che anche la presidenza tedesca vuole avere dei risultati».

Leggi anche: