Media del 9 e residenza in centro: i nuovi criteri di ammissione del liceo Manzoni di Milano. Gli studenti: «No a una scuola elitaria»

La decisione non è stata accolta in modo positivo da alcuni studenti che hanno protestato contro l’iniziativa

Al liceo Manzoni di Milano ci si prepara già al nuovo anno scolastico. La dirigenza ha stabilito che, per limitare il più possibile il numero di studenti frequentanti – viste le esigenze di distanziamento dovute alla pandemia da Coronavirus -, il metodo per scremare le iscrizioni in arrivo dalle scuole medie sarà “meritocratico”. Per essere ammessi bisognerà infatti avere la media del 9. In più, verrà privilegiata l’ammissione di chi abita nella stessa zona dell’istituto scolastico, e cioè in centro.


Nella nota, diffusa dal liceo e riportata da la Repubblica, si legge: «Il Liceo Manzoni ha deciso di sospendere la sua tradizionale apertura a tutti gli studenti» integrando al criterio territoriale quello di merito. Detto più precisamente: «sarà data precedenza agli studenti che in seconda media avranno ottenuto una media del 10 o del 9 in italiano, matematica e inglese».

Una decisione che ha fatto storcere il naso ad alcuni degli studenti di quella scuola. Il collettivo Manzoni ha infatti organizzato un picchetto informativo e di protesta all’entrata del liceo. «Troviamo inammissibile – hanno spiegato – che una scuola pubblica che dovrebbe essere accessibile a tutti e a tutte, ponga così spudoratamente un limite alle iscrizioni. Non vogliamo una scuola elitaria».

Leggi anche: