Coronavirus, sondaggio Usa: meno della metà degli americani è disposta a vaccinarsi. Via libera in Canada al vaccino Pfizer

di Redazione

Non supera il 50% la quota di americani che si dice disposta a vaccinarsi da subito contro il Coronavirus. Prevalgono ancora paure e dubbi sulla sicurezza dei primi farmaci in fase di approvazione. Il Canada intanto ha dato il via libera al prodotto sviluppato da Pfizer e potrebbe iniziare le somministrazioni già la prossima settimana

Usa

EPA/ETIENNE LAURENT | Controlli di sicurezza all’aeroporto internazionale di Los Angeles durante le prime partenze per le vacanze

Solo la metà degli americani si dice disposto a vaccinarsi contro il Coronavirus con le prime dosi in arrivo dopo l’approvazione della Fda, l’agenzia per il farmaco statunitense. Dal sondaggio dell’agenzia Ap con l’istituto Norc Center for public affairs research svolto nei primi giorni di dicembre, dopo quindi che sono state diffuse le prime indicazioni sull’efficacia dei primi vaccini, il 27% degli americani si è detto non del tutto sicuro di volersi vaccinare, mentre il 26% è certo che non vorrà farsi somministrare il farmaco. Solo quindi il 47% degli americani ha risposto che è pronto al vaccino, di questi il 30% ha fiducia nella sicurezza dei vaccini, mentre altrettanti ancora non si fidano.


Il sondaggio arriva nel giorno in cui gli Stati Uniti registrano un nuovo record sul fronte delle vittime della pandemia, con oltre 3 mila decessi in un giorno e più di 220 mila nuovi casi, secondo i dati della Johns Hopkins University. Numeri pesanti che arrivano dopo i tanti spostamenti per il giorno del Ringraziamento e che non hanno colto di sorpresa gli esperti, a due settimane dai ripetuti appelli a restare a casa.


Canada

EPA/VICTORIA JONES | Una delle prime dosi del vaccino Pfizer-BioNtech in fase di distribuzione nel Regno Unito dalla scorsa settimana

Ieri 9 dicembre, l’agenzia per il farmaco in Canada ha dato il via libera ai vaccini contro il Coronavirus prodotti da Pfizer e BioNTech. Come riporta il New York Times, l’approvazione anticipa quella della Fda americana, dando così la possibilità ai canadesi di ricevere le prime dosi di vaccino già dalla prossima settimana, prima degli americani. Il governo canadese ha ordinato un totale di 76 milioni di dosi da Pfizer, con le prime 249 mila dosi previste dal prossimo mercoledì, secondo quanto affermato dal generale Dany Fortin, incaricato di gestire la distribuzione ai sistemi sanitari provinciali.

Leggi anche: