Pubblicati i dati del vaccino anti-Covid di Pfizer: è efficace al 95%. Burioni: «Ora non perdiamo tempo»

di Redazione

Il virologo su Twitter cita il report del New England Journal of Medicine: «Un trionfo»

Risulta efficace al 95%, in una forbice compresa fra il 90,3% e il 97,6%, il vaccino anti Covid-19 della Pfizer. I risultati sono pubblicati sul New England Journal of Medicine. La sperimentazione è avvenuta su 43.548 persone, metà delle quali hanno ricevuto il vaccino e metà il placebo. Fra gli eventi avversi si sono osservati dolore nel sito dell’infezione, da lieve a moderato e temporaneo, affaticamento e mal di testa. L’incidenza di eventi avversi gravi è stata bassa ed è risultata simile nei gruppi che hanno ricevuto il vaccino e in quelli che hanno ricevuto il placebo.



Immediata è arrivata su Twitter la reazione di Roberto Burioni, virologo e docente all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano: «Pubblicati sul New England Journal of Medicine i dati di efficacia del vaccino Pfizer. “E’ un trionfo”, dice l’editoriale. Ora vaccinazione, e subito. Vi avevo detto di tenere la bottiglia al fresco, e ho avuto ragione». Su MedicalFacts, il suo portale personale, Burioni aggiunge: «Volevate vedere i dati del vaccino Pfizer? Volevate la pubblicazione? Eccovi accontentati».

Adesso, scrive Burioni, «tutti si possono guardare i dati e possono decidere se è il caso o no di vaccinarsi con un vaccino che è efficace al 95%, risultando al momento uno dei più efficaci vaccini antivirali attualmente disponibili. Ribadisco che, con un vaccino di questa efficacia, anche un solo giorno di ritardo nell’iniziare le vaccinazioni sarebbe non grave, ma gravissimo».

Leggi anche: