Coronavirus, Burioni contro Heather Parisi: «Se non fa il vaccino e si ammala si attacca al tram»

di Felice Florio

Il virologo dell’Università Vita-Salute San Raffaele critica la posizione della showgirl statunitense naturalizzata italiana che aveva descritto il farmaco biologico contro il Covid «sperimentale»

Alle affermazioni di Heather Parisi che avevano aperto un nuovo scenario di polemica sulla campagna vaccinale, ha risposto con un tweet Roberto Burioni. «Più che essere attaccata, se non fa il vaccino e si ammala si attacca. Al tram», ha scritto sul social il virologo, professore dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. La showgirl statunitense, naturalizzata italiana, aveva annunciato su Instagram l’intenzione di non vaccinarsi contro il Coronavirus.


«Io e la mia famiglia non faremo il vaccino anti-Covid perché è fuor di dubbio che si tratta di un vaccino sperimentale di cui non si hanno avuto modo di vedere gli effetti nel breve, nel medio e nel lungo periodo». Delle esternazioni completamente contrarie a quelle che Burioni fa da tempo sul farmaco biologico. Infatti, non appena l’Agenzia europea del farmaco ha dato il suo via libera al vaccino di Pfizer e Biontech, il medico era corso a dichiarare: «Vacciniamoci tutti, vacciniamoci presto. È la via di uscita da questo incubo. Io mi vaccinerò appena possibile».

Ad ogni modo, la showgirl, contestualmente al suo messaggio di scetticismo sui vaccini, aveva già detto di essere «perfettamente consapevole che per questa scelta, in Italia, sarò derisa, attaccata, emarginata e che molti, in assoluta malafede, mi definiranno “no-vax” – per poi concludere con una considerazione sulla temperie attuale -. Purtroppo, nella società di oggi, la libertà e la tolleranza hanno ceduto il posto alla prevaricazione e alla violenza». Invece, senza attaccarla, Burioni le ha risposto con la sua solita ironia.

Leggi anche:

Felice Florio