Natale, l’annuncio di Speranza: «Al lavoro su nuove misure per scongiurare la terza ondata»

Per il ministro, il numero dei contagi è ancora molto «significativo». «Stiamo ragionando sulle due settimane delle vacanze, è il periodo più complesso»

Chiudere, a Natale e Capodanno, per scongiurare la terza ondata di contagi da Coronavirus . «Il Cts in questi minuti si sta riunendo su richiesta del governo per valutare la situazione ed eventuali nuove misure», dice il ministro della Salute Roberto Speranza in diretta al Tg3 delle 19. «La mia opinione è chiara: queste misure ci possono aiutare nelle settimane delle vacanze di Natale a evitare che arrivi una terza ondata e una recrudescenza. Stiamo ragionando sulle 2 settimane delle vacanze, quello è il periodo più complicato». Il Comitato Tecnico Scientifico ha già presentato all’esecutivo la necessità di una nuova stretta anche a causa di dati ancora «preoccupanti» nei contagi.


Il ministro assicura: «Ascolteremo con grande attenzione i nostri scienziati e l’auspicio è che nel giro di poco tempo si possano assumere ulteriori misure in grado di scongiurare un’ipotetica terza ondata». Sui contagi ammette: «Sono numeri ancora molto significativi, è vero che nelle ultime settimane c’è stata una lieve flessione per le misure adottate ma la battaglia non è vinta e ci vuole ancora tantissima cautela. Ci vuole poco a tornare indietro e vanificare gli sforzi delle ultime settimane».

In copertina ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI | Il ministro della Salute, Roberto Speranza, lascia l’aula del Senato dopo le votazioni sulle misure per fronteggiare l’emergenza Covid-19, da lui illustrate, Roma 02 dicembre 2020.

Da sapere:

Leggi anche: