Coronavirus, 407 mila i vaccini somministrati finora. Arcuri: «Da febbraio, farmaco anche agli ultraottantenni e poi ai prof»

di Redazione

«Da febbraio si prosegue con le persone che hanno più di 80 anni, poi con operatori dei servizi pubblici essenziali, personale docente e non docente perché le scuole possano funzionare in sicurezza, forze dell’ordine, fragili e detenuti», ha annunciato il commissario

«Abbiamo fatto oltre 70 mila vaccini oggi. Ne dobbiamo fare 65 mila al giorno per stare nella media. Ne stiamo facendo di più. Abbiamo vaccinato finora oltre 400 mila persone e si vaccina ogni giorno fino alle 22». Sono queste le parole del commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus Domenico Arcuri a proposito dell’andamento della campagna vaccinale in Italia, cominciata gli ultimi giorni di dicembre. Stando agli ultimi numeri diffusi dal ministero della Salute, le persone che hanno ricevuto il siero Pfizer/Biontech per proteggersi dal Coronavirus sono state 407.044, di cui 250.517 donne e 156.527 uomini.


Le dosi somministrate fino a questo momento sono pari al 44,3% di quelle consegnate alle regioni italiane in queste prime tranche, che ammontano a 918.450. La fascia d’età più vaccinata per ora è quella che va dai 50 ai 59 anni. Sono 340.959 gli operatori sanitari e sociosanitari che hanno ricevuto il farmaco anti-Covid finora; 23.323 sono le vaccinazioni somministrate a personale non sanitario; mentre gli ospiti delle Rsa che sono già stati vaccinati sono 24.182.


Tra le novità delle ultime ore, il commissario Arcuri ha aperto alla possibilità di somministrazione del siero anche agli ultraottantenni a partire dal prossimo mese. «Il piano precisa le categorie in ordine di tempo: prima medici, infermieri e personale operante nei presidi ospedalieri e ospiti di Rsa (1 milione e 800 mila persone)», ha ribadito il commissario straordinario all’emergenza. «Si prosegue già dal prossimo mese di febbraio con le persone che hanno più di 80 anni, poi con gli operatori dei servizi pubblici essenziali, il personale docente e non docente perché le scuole possano funzionare in sicurezza, forze dell’ordine, fragili e detenuti».

ANSA/POOL/ROBERTO MONALDO | Domenico Arcuri

A livello internazionale, secondo gli ultimi dati raccolti dalla Oxford Martin School (anche se non del tutto aggiornanati ndr), nel mondo sono state somministrate 15,56 milioni di dosi di vaccino anti-Covid. A guidare la classifica ci sono gli Stati Uniti (con 5,31 milioni di dosi); seguono la Cina e Israele. L’Italia è attualmente in ottava posizione, dietro la Russia e la Germania.

Leggi anche: