Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Juventus, il centrocampo in mano a Paredes: la strategia con il PSG

La Juventus vuole l’argentino del PSG per affidargli le chiavi del centrocampo. Si pensa ad uno scambio con Kean

La Juventus vorrebbe affidare il nuovo centrocampo della prossima stagione nelle mani – e nei piedi – di Leandro Paredes. Massimiliano Allegri ha intenzione, in questa sessione di calciomercato, di ribaltare la mediana bianconera, affidando la regia proprio al centrocampista argentino di proprietà del PSG. I parigini dovranno sfoltire la rosa, come ha confermato il presidente Al-Khelaifi nei giorni scorsi, e il profilo di Paredes potrebbe essere sacrificato in nome di un’operazione economicamente vantaggiosa. Dall’altra parte la Juventus metterebbe l’argentino al centro del progetto – e del modulo – della Juventus del futuro. Un ruolo cardine che attira l’argentino, in scadenza nel 2024 e probabilmente al passo d’addio con il PSG dopo tre anni.


Lo scambio con Kean

Ansa | L’attaccante della Juventus Moise Kean

Una trattativa che si potrebbe impostare su uno scambio di cartellini tra il PSG e la Juventus. Con Leandro Paredes a Torino e l’attaccante Moise Kean a Parigi per una valutazione di entrambi attorno ai 30 milioni di euro. Un affare che economicamente vantaggioso per entrambi i club perchè regalerebbe una plusvalenza ai parigini, che tre anni fa pagarono l’argentino 40 milioni dallo Zenit San Pietroburgo. Ma anche per la Juventus che dovrà obbligatoriamente riscattare l’attaccante proprio dal PSG la prossima stagione per 28 milioni di euro. Chiudendo l’operazione questa stagione i bianconeri risparmierebbero i 4 milioni dell’ulteriore anno di prestito, effettuando un’operazione in entrata tecnicamente valida senza remissione economica. La partita si gioca parallelamente anche nella testa dei giocatori che dovranno valutare il loro futuro nel rispettivo club, soprattutto Paredes che con l’addio di mister Pochettino perderà un alleato nello spogliatoio e con soli due anni di contratto rimanenti dovrà obbligatoriamente capire cosa fare nel prossimo futuro.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: