Riace leghista, Mimmo Lucano disorientato dopo il voto: «Non so che farò»

L’ex sindaco sembra essere ancora molto confuso, quando i giornalisti gli chiedono «cosa farà», Lucano mostra un volto disorientato, scuote il capo e non trova le parole

Sembra ancora attonito l’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano – ora fuori dal consiglio comunale – di fronte all’inversione politica del suo Comune. Quello che era stato identificato come luogo dell’accoglienza e dell’integrazione, si è invece riscoperto leghista.

Un duro colpo per Mimmo Lucano che tanto aveva creduto nel messaggio dell’accoglienza dello straniero. L’impressione è che il frutto delle sue politiche, il cosiddetto “modello Riace”, non era in realtà gradito da buona parte della cittadinanza dal momento che qui il Carroccio ha preso oltre il 30% delle preferenze alle amministrative di domenica scorsa.

Così succede che quando i giornalisti lo raggiungano per fargli qualche domanda a proposito, l’ex sindaco – che per un voto non è riuscito neanche a prendere posto tra i banchi dell’opposizione – sembra non essere ancora in grado di elaborare una risposta, come non avesse ancora realizzato – a cinque giorni dal voto – quello che è accaduto.

E così, per esempio, quando l’inviata di Mediaset – in un servizio per Dritto e Rovescio – prova a chiedergli cosa ne sarà a questo punto del modello Riace e quali saranno i suoi prossimi passi, Lucano mostra un volto disorientato, scuote il capo e non trova le parole. Una conversazione che per cui non ha gli argomenti: tutto ciò che riesce a mettere insieme mostrando scoramento è un semplice «Non lo so».

Sullo stesso tema