«Glovomata», la protesta dei rider per i morti sul lavoro. Imbrattata la sede milanese di Glovo

Le scritte sono comparse sia sul marciapiede davanti agli uffici che in tutto il quartiere. A darne notizia il gruppo Deliverance Milano

C’è un gruppo di rider che si sta facendo notare in questi mesi per le sue forme di contestazione. Un sorta di sigla sindacale autonoma, impegnata più in una lotta fatta di azioni eclatanti che in un percorso di contrattazione fra Stato e aziende. Sono i rider di Delivarance Milano, quelli che qualche settimana fa avevano pubblicato un elenco di supposti Vip spilorci, personaggi famosi poco inclini a cedere una mancia ai fattorini.

I RIDER DI MILANO HANNO SANZIONATO LA SEDE DI GLOVO ITALIA NELLA NOTTE! Dopo una settimana di mobilitazione in…

Posted by Deliverance Milano on Friday, May 31, 2019

La protesta che ora rivendicano, o rilanciano, è un’altra. Il marciapiede davanti alla sede milanese di Glovo è stato imbrattato. Semplici scritte, probabilmente disegnate a terra con una bombolette spray. Quella più grossa dice «Glovomata» e fa riferimento a una protesta contro l’azienda di delivery nata negli scorsi giorni in Spagna. Tutto è partito sabato 25 maggio quando a Barcellona un ragazzo di 22 anni che lavorava per Glovo è morto durante il suo turno. Altre scritte sono apparse nel quartiere attorno alla sede di Glovo, multinazionale spagnola, fra cui «Non si muore per un panino».

Leggi anche: