Barbara Bonansea: chi è la calciatrice protagonista del trionfo azzurro ai Mondiali

Gli esordi al Torino, il passaggio al Brescia a poi l’approdo nella sua amata Juventus

Un anno ad allenarsi con i bambini, ma nessuna partita ufficiale perchè era troppo piccola. Il sogno di Barbara Bonansea, l’attaccante che nella giornata d’esordio dell’Italia al mondiale ha segnato due gol consegnando la vittoria alle azzurre contro l’Australia, parte da molto lontano, da un cortile del piccolo paesino di Bricherasio, in provincia di Torino.

Vita privata

Barbara Bonansea è nata a Pinerolo (TO) il 13 giugno 1991. Fidanzata da diversi anni con Daniele Bettoni, trascorre il suo tempo libero dedicandosi alle sue passioni: la musica di Ligabue, lo shopping, le serie tv, i romanzi, i film gialli e il ballo. «Se non avessi fatto la calciatrice avrei fatto la ballerina» ha dichiarato. Juventina doc, il suo idolo è da sempre Cristiano Ronaldo.

Gli inizi della carriera

Barbara Bonansea, aveva iniziato un po’ per scherzo, come tanti. Un calcio al pallone nel cortile di casa insieme al papà e ai fratelli. Poi un giorno, per seguire quella passione, decide di accompagnare il fratello al campo di allenamento a Bicherasio, l’allenatore la vede e le dice: «Non rimanere fuori a guardare, entra in campo».

E in campo dimostra di saperci fare, anche contro i maschi. Da lì la sua strada è stata segnata. Una strada che l’ha portata fino ai Mondiali in Francia. «I sacrifici li ho fatti io ma tanti li hanno fatti i miei genitori. Mi allenavo a 45 chilometri da casa, non sarei mai potuta andare con i mezzi pubblici per tre volte la settimana. Hanno fatto tanti sacrifici, guardavano l’allenamento al gelo e poi mi portavano a casa. Non sarei qui senza di loro», aveva dichiarato l’attaccante della Nazionale in un’intervista a Repubblica.

Il Torino e l’esordio in Serie A

Nel 2004 passa tra le file delle giovanili del Torino con cui conquista subito il campionato. L’esordio in prima squadra avviene nella stagione 2006-2007 nella partita di Coppa Italia contro l’Agliana, dove segna anche per la prima volta con la squadra maggiore.

Il debutto in Serie A arriva il 15 settembre 2007, nell’incontro vinto in casa per 4-2 sull’Atalanta. Una stagione costellata da 19 presenze e 2 reti, entrambe in coppa Italia. Il suo primo gol in campionato è datato 22 novembre 2008. In sei stagioni in maglia granata Bonansea conquista tre quinti posti in campionato e una finale di coppa Italia con uno score complessivo di 108 presenze e e 27 gol.

Il Brescia

Nell’estate 2012 viene ingaggiata dal Brescia. Con le leonesse segna per la prima volta il 9 settembre 2012 nella finale di Supercoppa. Nella stagione 2012-2013 Bonansea fa emergere le sue doti realizzative: 22 reti in 30 presenze con la maglia bianca-azzurra delle Leonesse. Nella stagione successiva, con l’attuale CT della nazionale Milena Bartolini in panchina, arriva finalmente il primo scudetto.

Bonansea contribuisce con 10 reti in 30 partite, quarta miglior goleador dopo Daniela Sabatino (35), Cristiana Girelli (19) e Martina Rosucci (12). Nella stagione seguente fa il suo esordio nella Women’s Champions League. La sua avventura a Brescia termina nel 2017 con 117 presenze e 61 gol.

La Juventus

Juventus official website/ Bonansea con la maglia della Juventus durante un match di serie A nella stagione 2017-2018

Nel 2017 sembra in procinto di passare al Lione, la squadra più vincente d’Europa, e (forse) del mondo, ma Bonansea preferisce tornare a Torino, questa volta sponda bianconera. Con la fondazione della Juventus Women e l’apertura dei club maschili a squadre femminili Bonansea non può rifiutare l’occasione di giocare nella sua squadra del cuore.

Con la maglia della Juventus Bonansea vince lo scudetto segnando 19 reti in 21 presenze e chiude la stagione da capocannoniere della squadra. È suo il primo gol della storia della neonata compagine bianconera. «La Juve era il mio sogno, e anche quello di mio fratello, lui passò il provino in bianconero ma mio padre non poteva accompagnarlo agli allenamenti, troppo lontani. Quindi ha continuato a giocare nella squadra del mio paese, mentre io ho avuto decisamente più fortuna».

L’annata 2018-19 è una fantastica cavalcata che culmina con la conquista del double nel giro di otto giorni: il 20 aprile 2019 la Juventus vince il secondo scudetto consecutivo e prima la coppa Italia della sua storia battendo in finale la Fiorentina allo stadio Tardini di Parma per 2-1 (0-0 all’andata). Bonansea è una delle protagoniste assolute della stagione: totalizza 21 presenze in campionato e realizza 13 gol, ai quali bisogna aggiungerne 1 in coppa Italia e 2 in Champions League.

La Nazionale

L’avventura in azzurro di Barbara Bonansea inizia nel 2007 con la convocazione per la selezione under 17 con cui disputa i tre match di qualificazione al campionato europeo di categoria. Le azzurre purtroppo non si qualificheranno ma in FIGC cominciano a notare le indubbie qualità tecniche della giovane attaccante piemontese che, nel frattempo convocata nella selezione under 19, mette a segno ben 7 gol in 15 partite.

Il 19 settembre 2012, in una partita contro la Grecia valevole per le qualificazioni a Euro 2013, arriva l’esordio in Nazionale maggiore. Nel 2017 il CT Cabrini la convoca per Euro 2017, dove colleziona tre presenze. L’Italia viene eliminata nella fase a gironi dopo aver perso contro Germania e Russia.

Ma è con l’approdo sulla panchina azzurra di Milena Bertolini, dopo l’esonero di Antonio Cabrini, che Barbara Bonansea diventa il punto di riferimento della nazionale dell’allenatrice reggiana. Arriva la storica qualificazione alla coppa del Mondo ed è suo il terzo gol della sfida contro il Portogallo che ha consegnato alle azzurre il pass per Francia 2019.

All’esordio al Mondiale contro l’Australia realizza la doppietta che permette alle azzurre di rimontare e battere le rivali. Complessivamente in azzurro ha raggiunto quota 24 gol in 59 presenze.

Palmares

  • 2 Scudetti Primavera (2005-2006, 2006-2007)
  • 4 Titoli di Campione d’Italia (2013-2014, 2015-2016, 2017-2018, 2018-2019)
  • 3 Coppe Italia (2014-2015, 2015-2016, 2018-2019)
  • 3 Supercoppe italiane (2014, 2015, 2016)

Sullo stesso tema: