Scintille Gruber-Di Battista: «Se siete come Alice nel paese delle meraviglie, studiate» – Il video

«Siamo grillini, mica cog***ni», dice l’ex parlamentare del M5s a Lilli Gruber

Dopo le polemiche per gli attacchi al M5s contenuti nel suo nuovo libro «Politicamente scorretto», Alessandro Di Battista è stato ospitato da Lilli Gruber su La7, a Otto e mezzo.

L’ex parlamentare del M5s è apparso in grande forma, ha battibeccato con Lilli Gruber («Semi interrompe 780 volte però non va bene») e ne ha avute per tutti, in particolare per l’alleato dei suoi ex compagni, Matteo Salvini.

«Lui sta provocando il Movimento 5 stelle per trovare un pretesto per far cadere il Governo – dice Di Battista – e io considero questo comportamento un comportamento anti-italiano, perché i parlamentari devono fare l’interesse del Paese».

Il tweet del giornalista della Stampa Jacopo Iacoboni

Ed è qui che Lilli Gruber infila una domanda a trabocchetto su uno dei princìpi che più ha contribuito al successo dei Cinque Stelle e a distinguerli dagli altri partiti: il limite dei due mandati.

A sorpresa Di Battista rompe il tabù e si dice favorevole a derogare alla regola, ma a una condizione: «Se Salvini farà cadere il Governo prima della fine della legislatura sì, se la legislatura arriva al termine no».

«Ma che vuol dire “fine della legislatura”», gli chiede Gruber, invitandolo a essere più preciso. E qui, Dibba fissa una data: «Se entro il 15 luglio Salvini fa cadere il Governo niente vincolo dei due mandati. Essere grillino mica significa essere coglione».

La battuta di Lilli Gruber

In un passaggio del suo libro, Di Battista ha “accusato” i suoi ex compagni di partito di essersi trasformati in burocrati rinchiusi nei ministeri. Una frase che secondo le indiscrezioni non è piaciuta né a Di Maio, né agli altri. Durante l’intervista Di Battista ha precisato il senso delle sue parole, dicendo che «nella vasca di squali della politica italiana, siamo brave persone che si sono, giustamente, rinchiuse nei Ministeri». La risposta di Lilli Gruber è stata fulminante:

https://twitter.com/pietroraffa/status/1141424891268403206

Leggi anche: